Cerca

Polemiche a Milano

Kyenge contestata a Milano: l'auto di scorta contromano

Il ministro dell'Integrazione arriva al convegno con tre auto blu a sirena spiegata che per un tratto vanno contromano

Il ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge

Dopo le polemiche scoppiate per il mancato saluto al capgruppo comunale leghista di Milano, il ministro Cecile Kyenge è ancora al centro delle polemiche. Ancora una volta è successo a Milano. L'ultima è di questa mattina, mercoledì 12 giugno quando il ministro dell'Integrazione è arrviata, perché ospite a un convegno contro lo sfruttamento del lavoro minorile che si svolge a Villa Clerici, a bordo di un'auto della Guardia di Finanza con le sirene spiegate, preceduta e seguita da altre due auto di scorta.  Già tanto era sufficiente a far sollevare le polemiche, come se non bastasse per un tratto di strada l'auto del ministro ha viaggiato contromano e questo ha provocato la protesta di una decina di persone che affollavano il mercato di via Terruggia, zona Niguarda. Si è alzato un coro di "Vergogna, vergogna". Ed è ancora polemica.  

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • macchiadileo

    16 Giugno 2013 - 12:12

    Prosegue il programma di integrazione degli extracomunitari su queste righe guida. Evviva il Far West!

    Report

    Rispondi

  • Tennista

    15 Giugno 2013 - 14:02

    Occhio a criticare la Kyengè!! Si passa subito per razzisti. La scorta va tolta. Se una vuol fare il Ministro sono problemi suoi....perchè se lo fa bene nessuno la tocca..

    Report

    Rispondi

  • donatodue

    14 Giugno 2013 - 23:11

    "eventuale attentato alla kyenge " ? ma siamo su scherzi a parte ? .

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    14 Giugno 2013 - 15:03

    Vabbene per la scorta, che e' obbligata ad usare, ma sta gente della scorta potrebbe evitare di andare contro mano a sirene spiegate .... Si sentono dio solo per questo. Da punire sono questi agenti delle scorta ,o al massimo fategli un corso di guida sicura , e anche qualche multa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog