Cerca

La replica ufficiosa

Quirinale, grazia a Berlusconi: "Dirlo è da irresponsabili politici"

Fonti vicine al Colle replicano all'ipotesi di cui ha scritto Libero: "Roba da analfabeti, così si avvelena il clima"

Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi

La grazia a Silvio Berlusconi? "Roba da analfabeti". E' la replica ufficiosa del Quirinale, riferita da fonti vicine al presidente della Repubblica, riguardo alla questione della possibile grazia di Giorgio Napolitano al leader del Pdl, che rischia 4 anni di carcere e interdizione dai pubblici uffici per altri sei il prossimo 30 luglio, giorno della sentenza della Cassazione sul processo Mediaset.

"Sguaiatezza istituzionale" - L'ipotesi, rilanciata con forza dall'editoriale del direttore Maurizio Belpietro su Libero e che avrebbe trovato anche una sponda nel premier Enrico Letta, interessato in qualche modo a blindare il proprio governo e metterlo al riparo dalle turbolenze del Partito democratico, viene respinta con forza dal Colle, secondo cui queste "speculazioni" sono "un segno di analfabetismo e sguaiatezza istituzionale" e "danno il senso di un'assoluta irresponsabilità politica che può soltanto avvelenare il clima della vita pubblica".

L'ipotesi grazia c'è eccome - Libero però ribadisce la propria linea: fonti vicine al Quirinale, altrettanto credibili, confermano che l'ipotesi grazia è all'attenzione del Colle. Impossibile, però, parlarne ora perché il rischio di condizionare l'attività politica e giudiziaria da qui al 30 luglio è alto. Nel caso, Napolitano studierà la pratica solo dalla sera del prossimo 30 luglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    13 Luglio 2013 - 10:10

    Pensavo che avesse anche l'attitudine alle minorenni.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    13 Luglio 2013 - 10:10

    Lo sapevamo. La grazia? Cos'é? Studia un po'. Con altri processi in corso....

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    12 Luglio 2013 - 22:10

    E' il solito nascondersi dietro un dito ma, al momento opportuno, con viva e vibrante soddisfazione, incoronerà Berlusconi l'ingiudicabile principe d'italia. E' la solita storia del doppiogiochismo di Napolitano, ammantato da un millantato e nebuloso .."per il bene e gli interessi dell'Italia"

    Report

    Rispondi

  • albrip

    12 Luglio 2013 - 20:08

    Già tanto che non ti spedisce in Gulag senza passare dal Via per quella proposta oscena. Sono 20 anni che lui e i suoi 'democratici' compagni vogliono far fuori Berlusconi e adesso dovrebbe dargli LA GRAZIA??? Belpietro, SEI UN PAZZO IRRESPONSABILE!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog