Cerca

Il retroscena

L'ultimatum di Silvio a Letta:
"Dieci giorni o sarà crisi"

L'ultimatum di Silvio a Letta:
"Dieci giorni o sarà crisi"

Silvio Berlusconi passa al contrattacco. Nel vertice convocato ad Arcore ieri sera, martedì 20 agosto,  il Cav ha dettato ai suoi la linea da seguire: una linea che è a tutti gli effetti un ultimatum a Enrico Letta e al Pd.  Qualora non fossero accettate le sue condizioni, sarà crisi. Toccherà ad Angelino Alfano oggi parlare con il presidente del Consiglio per presentare le richieste del Pdl, e lo stop alla decadenza da senatore del Cav, dopodiché aspetteranno non più di dieci giorni e se la risposta fosse negativa verrebbe ritirata l'intera delegazione ministeriale per andare subito a nuove elezioni.

Pronto videomessaggio - Chi ha assistito alla riunione a Villa San Martino parla di un Berlusconi determinato, con un video messaggio già pronto per sancire la fine dell'esperienza Letta e il discorso che farà a Palazzo Madama il giorno in cui si riunirà la giunta per decidere sulle sue dimissioni (9 settembre) già scritto. "Ci pensi il premier, ci pensi Napolitano a risolvere questa questione se ci tengono tanto al governo", avrebbe detto a Alfano, Brunetta, Santanché, Gelmini, Verdini e Capezzone suoi ospiti. "Non è ammissibile un voto in commissione che mi faccia decadere da senatore  e tantomeno si aspettino che io chieda la grazia. Sono loro che devono risolvere questa situazione", ha tuonato il Cav secondo il retroscena raccontato dal Corriere

Secondo Alfano un margine per riallacciare i fili della trattativa con Letta, il Pd e il Colle ancora c'è. Il vicepremier crede che sia ancora possibile verificare anche la strada di un ricorso alla Consulta sull'inapplicabilità delle legge Severino. Ma Berlusconi ci crede poco: chi l'ha visto ieri racconta di un "falco". "Digli che hanno tempo fino a fine agosto per decidersi", avrebbe detto il Cav ad Alfano. Altrimenti verrà ritirata l'intera delegazione ministeriale: "Se io dico basta non devono restare un minuto di più". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fearofthedark

    fearofthedark

    22 Agosto 2013 - 18:06

    vedi la casistica psicoterapeuta è piena di casi come il tuo, più esterni la tua presunta virilità più evidenzi la tua impotenza che ti sta incattivendo, vivrai una vecchiaia pessima! sei la classica macchietta fascistella leone di giorno coglioncello di notte! sempre con affetto e simpatia! :-)

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    22 Agosto 2013 - 07:07

    Carissimo,mandare a cagare la propria madre o usare un linguaggio scurrile non significa per forza che chi usa questo strumento sia sprovvisto dell'intelligenza,dei modi e della capacità di esprimersi in modo razionale ed educato!Ti garantisco che la mia educazione e i miei modi sono adeguati,la mia istruzione è sufficiente per tenere testa a degli illusi presuntuosi come te!Ti dissi che non devi pensare di essere più intelligente o più istruito di quanto sei e fartene vanto,ora aggiungo:non pensare di essere migliore moralmente o eticamente di me,commetteresti un grave errore!I tuoi postati ci indicano bene quale tipo di persona sei,e ti collocano fra le persone mediocri,tra coloro che devono assorbire linfa da ciò che li circonda,piuttosto che crearla ed offrirla agli altri.Sei persino patetico nel continuare ad associarmi al desiderio di possedere la pompetta di Berlusconi!Credimi,hai una idea del mio aspetto deformata,saprei fare felice tua moglie come neanche ti immagini!

    Report

    Rispondi

  • fearofthedark

    fearofthedark

    21 Agosto 2013 - 20:08

    così ti vogliamo pecoreccio e paracottaro, però mi raccomando stanotta smanetta poco la pompetta altrimenti poi ti saltano le sinapsi okay?

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    21 Agosto 2013 - 18:06

    Uno in questo paese di cacca non può mandare a cagare la propria madre per averlo messo in un mondo pieno di coglioni come voi? MARINO43 e SOLEADOS, voi siete quelli più pertinenti ad essere associati ad una pagata, non solo perché siete nati dal buco del culo ma, perché è vostra madre che vi ha mandati a cagare appena siete nati!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog