Cerca

La new entry

"Rottamatore", la parola entra nel dizionario

Nell'edizione 2014 del Zanichelli circa 1.500 nuovi termini. Compreso quello oggi rinnegato da Matteo

Matteo Renzi

Da quando il sindaco di Firenze è entrato in politica è nato un nuovo termite: "rottmatore". E non solo nella lingua di tutti i giorni, ma dal prossimo anno anche nel vocabolario. Zingarelli, nella sua edizione 2014, inserisce tra le circa 1500 new entry anche l'aggettivo che per eccellenza definisce Matteo Renzi (che però, per onor di cronaca, ora rifiuta e rinnegat quel termine). Il significato di rottamatore? "Colui che si propone di allontanare e sostituire un gruppo dirigente antiquato". Tutto sta nello scoprire se l'impresa riuscirà o meno.

Le altre new entryInsieme al "rottamatore" entrano nello Zingarelli anche altri termini. "Adultescente", ovvero "giovane trentenne le cuicondizioni di vita (studio, lavoro, casa) e la cui  mentalità sono considerate simili a quelle di un adolescente, "videointervista", "self-publishing", "cocoprò", "ashtag", sono solo alcuni esempi. L'inserimento nel vocabolario, oltre a legittimizzare i termini nella lingua italiana, chiariscono anche il modo in cui vanno scritti grammaticalmente, evitando così scivoloni e definendo una linea precisa a scittori e giornalisti. Altri modi di dire sembrano invece rinverdire il vecchio burocratese, sempre in agguato: da  “pedaggiare” (sottoporre a un sistema di pedaggio) a “asteriscare” (contrassegnare con un asterisco), da “profilazione” (descrizione sintetica del profilo di una persona) allo “sbigliettamento” (emissione dei biglietti per uno spettacolo).

Le basi per la scelta -  Ma come vengono selezionate le nuove voci? Massimo Arcangeli, direttore dell’Osservatorio linguistico Zanichelli, spiega a La Repubblica: "Le parole sono simili ai fenomeni carsici, esplodono, si inabissano e poi magari si ripresentano. È importante tenerle a lungo sotto osservazione, valutarne la frequenza d’uso e anche il peso qualitativo e culturale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    12 Settembre 2013 - 18:06

    il sostegno di d'alema, e quello di franceschini, e poi signorni e insomma di tutta la mandria di dinosauri che i cittadini colti ed intelligenti vogliono mummificarfe in un museo, deve aver fatto pensare a Renzi che così è iù sicuero BECCARE la poltrona.... ma in questo modo il mio voto di sicuro non lo becca, lo darò ANCORA a Grillo.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    12 Settembre 2013 - 13:01

    e se vorrà un giorno il mio voto, sarà bene che la parola ROTTAMAZIONE nel senso più stretto e calvinista della parola, il sig Renzi, la ritrovi e la faccia sua come PROMESSA IRRINUNCIABILE... altrimenti io ho sempre il sig grillo, che voterò ancora e ancora.

    Report

    Rispondi

  • ortensia

    12 Settembre 2013 - 13:01

    Un fastidioso difetto di pronuncia accomuna Renzi alla Serracchiani e a Vendola. In dialetto bolognese "susizzon" sono quelli che parlano come loro. Il termine deriva da "susézza" cioe' salciccia.

    Report

    Rispondi

blog