Cerca

Alta tensione

Rissa sfiorata a palazzo Chigi,
Alfano a muso duro con Franceschini:
"Il Pd ci sta trascinando nel baratro"

Un Consiglio dei ministri infuocato. Sono volate parole grosse tra il vicepremier e il ministro democratico che attacca: "Pensate solo al Cav". E Saccomanni si sfoga: "Attaccate sempre me..."

Rissa sfiorata a palazzo Chigi,
Alfano a muso duro con Franceschini:
"Il Pd ci sta trascinando nel baratro"

Rissa sfiorata. A palazzo Chigi la tensione è alle stelle. I ministri del governo sono sul piede di guerra. Da un lato ci sono i ministri del Pd che seguono la linea di Letta e che spingono per una fiducia in parlamento, dall'atro ci sono i ministri Pdl che invece chiedono a gran voce una riforma della giustizia e anche una via d'uscita per il Cavaliere nel rispetto delle regole che preservi l'agibilità politica dell'ex premier. Su questo muro il governo rischia di sbattere.

Lite Alfano - Franceschini - Così ieri sarebbero volate parole grosse tra Dario Franceschini e Angelino Alfano durante il Consiglio dei Ministri. Franceschini avrebbe accusato il vicepremier Angelino Alfano e il Pdl di parlare di giustizia "solo per difendere le questioni giudiziarie di Berlusconi". Per il ministro dei Rapporti con il Parlamento, bisogna scindere la questione giudiziaria del Cavaliere con la vita del governo. Accuse a cui avrebbe risposto a muso duro Alfano "il Pd tra congresso e cecità antiberlusconiana ha cacciato il governo in questa situazione". Scontro totale. "Niente ipocrisie: non potremmo stare al governo se si aumentassero le tasse e non si tagliassero le spese" ha minacciato il vicepremier. Il Cdm di ieri è stato uno dei più infuocati degli ultimi mesi.

Saccomanni non molla - Nella bagarre è entrato anche il mite Fabrizio Saccomanni. Il suo operato all'Economia fa discutere e il mancato decreto sullo stop all'Iva a quanto pare ha fatto saltare il tappo. Così il ministro si è sfogato: "Sono mesi che vengo attaccato, ma il mio dovere è quello di difendere i conti pubblici e cerco di svolgerlo il meglio che posso".

Letta scherza col fuoco -  Così Letta, arrivato in Consiglio dei ministri durante la bagarre ha subito preso le difese di Saccomanni rinviando ogni scelta al dopo fiducia: "La sospensione di provvedimenti anche rilevanti di natura fiscale e economica - ha spiegato Letta - è dovuta all'impossibilità "di impegnare il bilancio su operazioni che valgono miliardi di euro senza la continuità dell'azione di governo". Una scelta che ha di fatto aumentato lo scontro. Ora l'appuntamento è per martedì. La fiducia in Parlamento sarà questa volta una resa dei conti a porte aperte. La lite questa volta, se ci sarà, avrà un prezzo: la caduta di Letta. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    29 Settembre 2013 - 17:05

    Per evitare che il vento si porti via il Diafano Alfano.

    Report

    Rispondi

  • alberto55

    28 Settembre 2013 - 17:05

    Questa gentaglia ci sta prendendo per i fondelli!!! Possibile che si debba sempre arrivare all'ultimo momento per fare le cose? Che fine ha fatto il referendum contro il finanziamento ai partiti? Che fine ha fatto la riforma elettorale? Che fine ha fatto l'abolizione delle provincie? Hanno tagliato 4 auto blu per dare il contentino agli stolti. Inorridisco quando leggo che il Direttore dell'Agenzia delle Entrate guadagna 750.000 eur all'anno quando il suo corrispondente tedesco ne guadagna 80.000; Obama sembra guadagni 150.000 eur all'anno e noi abbiamo pensionati che guadagnano più di 90.000 eur al mese!!! Ma dove volete che possiamo andare con compagni di viaggio simili!!! Qui va azzerato tutto: pensioni massime 5.000 eur mensili; Stipendi massimi funzionari statali 10.000 eur mensili e chi non è d'accordo...un calcio nel sedere!!!

    Report

    Rispondi

  • 28 Settembre 2013 - 17:05

    Scusi:può ricordarci in quale circo lavora?? Sa,vorremmo venire allo spettacolo

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    28 Settembre 2013 - 16:04

    Ho amici e conoscenti che provengono da sinistra, provate anche voi a domandargli se tornassero di nuovo a sinistra.... ascoltate bene cosa vi rispondono e per chi avesse la memoria corta, suggerirei di portarsi il registratore....!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog