Cerca

Secondo turno

M5s-Lega, accordo segreto per i ballottaggi: l'accordo per far fuori il Pd nelle roccaforti rosse

14 Giugno 2018

4
Elezioni amministrative, ballottaggi: accordo Lega-M5S per far fuori il Pd nelle roccaforti rosse

Il prequel è stato a Vicenza, dove il patto M5S-Lega ha permesso al centrodestra di strappare la città al centrosinistra: se Francesco Rucco ha vinto al primo turno senza l'incognita del ballottaggio lo deve infatti per gran parte al fatto che nella città veneta i 5 Stelle non avevano alcuna lista e avevano dato ai loro sostenitori indicazione di votare per Lega e centrodestra o non votare. Missione compiuta.

Ora, in vista dei ballottaggi, i grillini avranno il sicuro appoggio leghista a Imola, dove provano a sconfiggere la candidata piddina Carmen Cappello, che ha preso il 42% dei voti contro il 29% della pentastellata Manuela Sangiorgi. Missione non impossibile se Salvini riuscirà a convincere il 23% degli elettori che al primo turno hanno votato il suo candidato a spostarsi sulla Sangiorgi.

L'ultimo caso, eclatante, è quello di Siena, dove il predominio del Pd è stato indebolito negli anni dalle vicende legate al Monte dei Paschi. Il centrodestra intravvedeva la vittoria, ma temeva la lista dei 5 Stelle in cui vi era un ex leghista, che avrebbe sottratto voti più al centrodestra che al centrosinistra. L'sos è stato recepito, la lista pentastellata non è stata certificata e così il candidato del centrodestra, Luigi De Mossi, è riuscito quasi a pareggiare (24%) col sindaco uscente Bruno Valentini (27%). E per il ballottaggio, ora, leghisti e grillini suonano insieme la carica per la presa della roccaforte piddina. Chi può fermarli?

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sempre-CDX

    14 Giugno 2018 - 14:02

    Avanti così. Liberiamoci dell'ammasso di sinistrati solitamente pronti solo a far querele e denunce pur di ostacolare chi fa veramente il bene del paese. Non hanno imparato nulla da alcuni paesi UE dove si collabora per il bene comune.

    Report

    Rispondi

  • lattaro1939

    14 Giugno 2018 - 14:02

    bravi Salvini è Di Maio per i ballottaggi, alleatevi in tutte le sedi e così si potrà assistere alla fine totale dei s rrossi kkkomunisti

    Report

    Rispondi

  • traianus

    14 Giugno 2018 - 13:01

    Bravi, così si fa politica. D'altra parte sembrerebbe un po' stupido essere alleati al Governo centrale e disuniti nelle amministrative. In ogni caso bisogna fare qualunque cosa per cancellare dalla faccia della terra questi sinistri immondi, buoni solo a mettere tasse e a far arrivare centinaia di migliaia di immigrati.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media