Cerca

Lo sfogo

Berlusconi: "Mi spiace solo per Alfano, lo consideravo come un figlio"

Berlusconi e Alfano

Il Cav e Angelino, visti da Benny

In favor di telecamera, al Consiglio nazionale del Pdl, Silvio Berlusconi non ha mostrato la sua delusione per la rottura con Angelino Alfano, che, comunque, resta un amico (non a caso, il Cav, ha chiesto di non attaccare Angelino e i suoi, "alleati naturali" alle prossime elezioni). Davanti alla platea romana, Berlusconi ha suonato la carica e si è concentrato solo e soltanto su Forza Italia. Nessun attacco all'ex segretario del Pdl. Dopo il Consiglio nazionale del Pdl, quando le telecamere erano spente, Silvio si è però sfogato. Uno sfogo che è stato raccolto da un parlamentare del suo partito, che però ha chiesto l'anonimato. Nessun attacco ad Alfano, ma una frase che fotografa tutta la delusione del leader: "Di tutti gli altri non mi interessa, ma di Alfano ci sono rimasto male. Lo consideravo come un figlio...", ha detto il Cavaliere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Pinkalikoi

    17 Novembre 2013 - 13:01

    Appunto! I figli per crescere ed emanciparsi debbono uscire dall'ombra dei padri. Si consoli Silvio: Ha tanti altri figli che non cresceranno mai.

    Report

    Rispondi

  • tontolomeo baschetti

    17 Novembre 2013 - 10:10

    Non devi per forza dimostrare a tutti di essere un coglione. Chi vuole salvare poltrone e soprattutto soldi (anche se è un idiota), rimane con silvio, vedi Razzi e Scilipoti.

    Report

    Rispondi

  • principedakkar

    17 Novembre 2013 - 08:08

    Non avete riportato il testo completo: ""Di tutti gli altri non mi interessa, ma di Alfano ci sono rimasto male. Lo consideravo come un figlio...di buona donna!"

    Report

    Rispondi

  • fabiou

    16 Novembre 2013 - 20:08

    oggi è una giornata bellissima. ti sei liberato di quella serpe in seno

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog