Cerca

Le grane della sinistra

Segreteria Pd, quanti fannulloni nella squadra di Renzi

Assenteisti e con pochi interventi e proposte di legge: ecco chi ha scelto Matteo nella sua segreteria

Segreteria Pd, quanti  fannulloni nella squadra di Renzi

Zero. Che se «cambi verso», come chiedeva lo slogan della campagna per le primarie di Matteo Renzi, suona così: orez. La prima mossa del neosegretario Pd, quella di costituire una segreteria giovane e al femminile, non tiene minimamente conto del lavoro svolto dai selezionati. «Se vinco io metto i più bravi, non i fedeli!», tuonava l’allora candidato a fine settembre. Evidentemente anche il concetto di «bravo» è stato rottamato o ha subito un aggiornamento. Nella squadra  che si è scelto e ha riunito per la prima volta ieri mattina all’alba, infatti, ci sono deputati della Repubblica tra i meno attivi di sempre. Il caso più clamoroso è quello di Luca Lotti, stretto collaboratore del sindaco di Firenze, e, da lunedì, numero due del Partito democratico. Il responsabile Organizzazione, nato ad Empoli 31 anni fa, laureato in Scienza dell’Amministrazione, è deputato dallo scorso marzo. Da allora ad oggi non ha presentato nemmeno una proposta di legge a sua prima firma. Le proposte di legge, si sa, sono lo strumento principe con il quale gli eletti possono orientare l’attività del Parlamento, produrre risultati per l’Italia e gli italiani.  Il vice-Renzi, che prende il posto che fu di Pietro Secchia, non ne ha scritta neanche mezza. Ne ha co-firmate giusto cinque con i colleghi. L’altro strumento a disposizione dei parlamentari è quello delle interrogazioni. Lotti in dieci mesi ne ha presentata una sola, a risposta scritta, in tema di veicoli sequestrati (...)



Continua a leggere l'approfondimento di Paolo Emilio Russo
su Libero di giovedì 12 dicembre


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frankie stein

    13 Dicembre 2013 - 09:09

    Iniziata anche per Renzi la terapia con il noto farmaco 'Boffo', a dosaggio limitato (non si sa mai...) ma prolungato nel tempo. Bananas!

    Report

    Rispondi

  • gioant

    13 Dicembre 2013 - 08:08

    Pensate che questo tipo che parla, parla, risolverà i problemi dell'Italia e del suo partito? se credete ciò siete sciocchi, questi è il classico pappone furbo, mi sembra il figlio di Fini, della stessa pasta.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    13 Dicembre 2013 - 05:05

    Questo è il buco con il nulla intorno.Lo vedo molto meglio alla guida della Asciè..

    Report

    Rispondi

  • antari

    12 Dicembre 2013 - 22:10

    avrebbe dovuto scegliere il prof Brunetta, per meriti scientifici (pubblicazioni numerose originali e di alto livello)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog