Cerca

Appunto

Facci: Forconi ardenti

Si fa presto a dire: "Bisogna parlare con loro". Loro chi? La verità è che siamo tutti forconi, e i politici hanno ben poco da dire

Facci

Filippo Facci visto dal nostro Vasinca

È come se dei medici si concentrassero sulle macchie anziché sul morbillo, sui sintomi e non sulla malattia: che vuol dire, a proposito dei forconi, che bisogna «parlare con loro»? «Loro» chi? I camionisti? I pastori? Gli studenti? I vandali? I tifosi della Juve? Il tizio della Jaguar? O l’altro leader, già trombato in Sicilia? E chi saremmo, allora, «noi»? Nel magma dei forconi c’è di tutto, vogliono tutto, che tutti si dimettano da tutto: è facilissimo attaccarli come difenderli, giustificarli come condannarli, i loro problemi sono singolarmente inaffrontabili (se non in termini di «dateci dei soldi», o «più soldi», o lavoro, cioè ancora dei soldi) e globalmente sono le escrescenze di una malattia che ha un nome solo, il solito: crisi economica, o più precisamente, cambiamento di modello economico. È una malattia sofferta anche da chi non scende in strada: siamo tutti forconi e non lo è nessuno. E non c’è politico - teorico medico - che abbia bisogno di parlare coi forconi per scoprire che da anni esiste questa malattia: che è una pandemia, che in parte viene da fuori, è vero, però qualcosa si può fare lo stesso. Peccato che la cura, per ora, sia un’alternanza tra i pannicelli del governo e i clisteri della Guardia di finanza, che ormai ha le modalità di un energumeno che recupera i crediti. Parlare coi forconi, parlare col Paese: fa lo stesso. Il punto è avere qualcosa da dire.

di Filippo Facci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    13 Dicembre 2013 - 22:10

    Finalmente qualcosa si muove, un popolo inascoltato da troppi anni ha il diritto di incazzarsi e cacciare tutta questa classe politica di ladroni incapaci. Avanti o popolo e il resto della banda cominciate a tremare, il tempo stringe.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    13 Dicembre 2013 - 15:03

    Siamo chiari, Letta non parla con nessuno perché non sa a chi rivolgersi e sa pure che non ha alcun argomento da proporre. Sta galleggiando fra una dichiarazione e qualche decisione che prende obtorto collo...

    Report

    Rispondi

blog