Cerca

Veleno crucco

Berlusconi assente al vertice del Ppe, un eurodeputato vicino alla Merkel: "Lei è felice di non vederlo"

Col passaporto bloccato Berlusconi non può espatriare. Così il vertice del Ppe è andato avanti senza di lui. E il partito di Angela fa festa: "Non vogliamo vederlo più"

Berlusconi assente al vertice del Ppe, un eurodeputato vicino alla Merkel: "Lei è felice di non vederlo"
"Meno male che Silvio non c'è". Al vertice del Ppe a Bruxelles era questo il mantra che girava durante il vertice dei leader dei moderati europei. Silvio Berlusconi è stato il grande assente al summit di Bruxelles. Il Cav non ha potuto partecipare alla reunion del Ppe per il divieto di espatrio impostogli dopo la sentenza definitiva del primo agosto scorso che lo ha condannato per frode fiscale. Ma a quanto pare, come racconta Repubblica, nessuno si è stracciato le vesti, anzi. La più contenta per l'assenza del Cav è stata la cancelliera Angela Merkel. un eurodeputato della Cdu a lei molto vicino racconta del suo sollievo: "Certamente la Cancelliera non sarebbe stata felice di vedere Berlusconi al Ppe". Il parlamentare, che preferisce restare anonimo, racconta che la Merkel, e non solo lei, farebbe volentieri a meno di avere Forza Italia nella famiglia dei popolari. La decisione sul futuro di Forza Italia nel Ppe arriverà il prossimo 27 gennaio. Ma gli esponenti della Cdu tedesca già sono pronti a chiudere le porte in faccia a Silvio e godono per la sua assenza:"Almeno ora abbiamo la certezza che non dovremo sederci allo stesso tavolo di Berlusconi perché non può espatriare. Una vera fortuna. Per i leader popolari farsi vedere al suo fianco in campagna elettorale sarebbe estremamente dannoso". Infine ad umiliare il Cav arriva pure il sarcasmo dell'ex premier del Lussemburgo, Jean Claude Juncker, che ha affermato: "Non sapevo che Berlusconi non avesse più i documenti, lo conoscevo ai tempi in cui aveva il passaporto...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ghichi5498

    04 Marzo 2014 - 16:04

    Siamo realisti e ringraziamo i giudici, la presenza di Berlusconi in Europa avrebbe solo danneggiato l'immagine dell'Italia ( piaccia o meno, si sia dalla parte di Silvio o meno).

    Report

    Rispondi

  • andrimail

    22 Dicembre 2013 - 20:08

    ,..per tutti i poveri di mente e di spirito antiberlusconiani, la Merkel non vuole vedere Berlusconi,..??,..quale miglior endorsement in vista delle europee per il grande Silvio,..?

    Report

    Rispondi

  • carpa1

    21 Dicembre 2013 - 11:11

    pedissequamente da quanto riportano i media cattocomunisti che, specie in questi giorni, si sono sperticati negli elogi all'icona della pace Nelson Mandela. Peccato si siano dimenticati di riferire tutto quanto lo riguarda. Ad esempio, che non è stato condannato all'ergastolo, di cui ha poi trascorso 27 anni in carcere, solo perchè dimostrava pacificamente (come invece fece Martin Luther King) contro il razzismo, bensì per essere stato la causa di svariati morti (oggi si legge "terrorismo"). Quindi se pure Borgofosco si sarebbe un pò allargato, secondo lei, nel definire Berlusconi quasi un Mandela, direi che non c'è assolutamente paragone tra un'inesistente truffa di Berlusconi (inesistente perchè priva di prove e basata sul solito teorema "non poteva non sapere" ed in ogni caso sarebbero nel rapporto di uno a mille i quattrini non pagati rispetto a quelli rapinatigli dalla voracità del fisco italiano) e tutti i morti che ha sulla coscienza il premio nobel per la pace (???) del 1993.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    20 Dicembre 2013 - 22:10

    Gatto sornione, procede ventre strisciante per terra per.,...evadere le imposte. Allegri topi. Quello pensa ad altro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog