Cerca

A Roma

"L'altri giorni non ci scocciate,
altrimenti vi prendiamo a insulti"
I dipendenti horror di Marino

Un cartello delirante e sgrammaticato in un ufficio del Comune: è bufera politica

"L'altri giorni non ci scocciate,
altrimenti vi prendiamo a insulti"
I dipendenti horror di Marino

Matrimoni gay, buon pensiero, comprensione, biciclettica eco-friendly eccetera eccetera. Ma il sindaco di Roma, Ignazio Marino, permette che i suoi dipendenti minaccino i cittadini della capitale. Il caso è nato in rete, dopo che è stato fotografato un cartello con l'intestazione "Roma Capitale", che nel giro di poche ore ha fatto il giro del web. Il cartello è appeso all'Ufficio Gestione Verde Urbano. E recita: "Il pubblico si riceve nei giorni di martedì e venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 previo appuntamento telefonico. L'altri (testuale, sic, ndr) giorni dobbiamo lavorare. Si prega di non essere insistenti altrimenti ci vedremo costretti (ari-sic, ndr) anche se contrario alla nostra educazione, a prendervi a parolacce ed insulti (stra-sic, ndr).

La bufera - Poche righe horror, sgrammaticate, quasi deliranti, in cui i cittadini, di fatto, vengono minacciati. I dipendenti pubblici del sindaco Marino mettono in chiaro che, a loro, lavorare scoccia eccome. A un uomo, come detto, il cartello non è sfuggito. Così lo ha fotografato e pubblicato su una pagina Facebook dal nome piuttosto eloquente: "romaschifo". La foto, così, nel classico tam-tam internettaro, è rimbalzata di pagina in pagina, diventando anche un caso politico. Una beffa, per il sindaco Marino, sempre più impopolare nella città che lo hanno votato soltanto pochi mesi fa. All'attacco contro il sindaco, tra gli altri, ci passa Ignazio Cozzoli, consigliere della lista Alemanno: "Il cartello choc è l'ennesimo scivolone dell'amministrazione. La pessima gestione e la mancanza assoluta di controllo sono le prerogative principali di una macchina amministrativa dissennata che sta indignando i cittadini".

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aifide

    30 Novembre 2013 - 13:01

    Chissà da quale alcova è uscita/o.

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    20 Novembre 2013 - 20:08

    Indagate bene, indagate a fondo. Individuate l'autore di questo cartello sgrammaticato ed inurbano. Io, in base all'andamento fraseologico, un'idea me la sarei fatta. Accetto scommesse. Vuoi vedere che si tratta di un impiegato meridionale e magari napoletano?

    Report

    Rispondi

  • arwen

    20 Novembre 2013 - 20:08

    Un Sindaco da 10 e lode....Ora, non contento del casino combinato con la pedonalizzazione dei Fori, peraltro lasciati al loro decennale degrado,dopo aver brillato per la sua assenza durante manifestazioni scioperi e quant'altro, l'ineffabile sindaco dichiara guerra ai sampietrini. Eh, si, perchè ora i romani hanno imparato che, parafrasando Benigni, "il problema di Roma...sono i Sampietrini". La sporcizia per le strade, la mancata raccolta differenziata (fatta a piacere degli operatori), la raccolta "facoltativa" da parte degli impiegati dell'AMA che passano quando fa loro comodo, i trasporti nel caos, le strade del centro sporche e ridotte a bagni pubblici, la viabilità al collasso (ci sono zone dove si pretende il pagamento dell'IMU x case di pregio, ma dove le strade e l'illuminazione sono praticamente inesistenti)non sono problemi reali. Se Veltroni, Rutelli e Alemanno sono stati alcuni tra i peggiori sindaci di Roma il Marino si avvia rapidamente a sorpassarli. Inetto.

    Report

    Rispondi

  • axel40

    20 Novembre 2013 - 18:06

    Sarei curioso di sapere come e' riuscito a "superare un concorso" l'autore di questo cartello.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog