Cerca

Sotto esame

Milan, Balotelli è cedibile

Milan, Balotelli è cedibile

"Pensiamo al futuro", ha dichiarato Clarence Seedorf dopo l'eliminazione del Milan dalla Champions League per mano dell'Atletico Madrid, che al Vicente Calderon ha vinto 4-1, ribadendo la propria superiorità dopo l'andata. Un futuro che però potrebbe ripartire senza Mario Balotelli, che con il suo comportamento fuori e dentro al campo, ultimo per cronologia il classico cartellino giallo di ieri sera, ha fatto arrabiare il club, che non vuole più tollerare i suoi sbalzi d'umore. Vengono quindi messe in soffitta le parole di Adriano Galliani che nel luglio dello scorso anno afermò: "L'unico incedibilissimo è Mario".

Le bizze di Mario - Tutti utili nessuno indispensabile e quindi tutti sotto esame, sembra trapelare dalla dirigenza rossonera. Fuori dall'Europa che conta, fuori dalla Coppa Italia e fuori dalla lotta per un posto al sole in campionato. Il Milan ha sempre tenuto molto alla forma oltre che alla sostanza e il comportamento di super Mario quest'anno non è stato dei migliori. Come quegli insulti all'arbitro nella gara con il Napoli, costati tre giornate di squalifica e un mese di assenza in campionato. Molti tifosi sostengono che i capricci di Mario abbiano influenzato l'andamento del Milan e portato anche alle dimissioni di Massimiliano Allegri, ex ct dei rossoneri. E' quindi giusto ricostruire da lui? Il Milan se lo chiede e promette di seguire minuziosamente le prossime prestazioni del 23enne. Ma niente è escluso. Secondo alcune indiscrezioni trapelate dopo la gara di ieri sera, il Milan terrà le orecchie in allerta per captare al meglio le offerte da Oltremanica, dove Arsenal e Chelsea non hanno mai nascosto l'interesse per Balotelli. L'ipotesi di cessione sembrerebbe attrarre anche un vecchio lupo come Mino Raiola, agente dell'attaccante, sempre pronto all'affare e a staccare dai club più ricchi del mondo contratti faraonici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sampietrogiulia

    24 Marzo 2014 - 18:06

    Vada da Mou è l'unico che può raddrizzarlo , forse.............

    Report

    Rispondi

  • rocchetti44

    12 Marzo 2014 - 12:12

    Si diamolo pure via, è solo un buon giocatore , non è un campione; meglio Pazzini . Con quello che ricaviamo dalla sua vendita possiamo comprare almeno tre giocatori buoni come ad esempio Tarabt. Anche Essien non mi sembra gran che, forse un giocatore così non ci serviva. Secondo me il Milan ha bisogno di una decina di giocatori buoni da 10 milioni l'uno piuttosto che un fuoriclasse da 100 milioni

    Report

    Rispondi

blog