Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il nome dell'Anticristo secondo l'alfabeto universale: una brutta sorpresa.

Andrea Cionci
Andrea Cionci

Storico dell'arte, giornalista e scrittore, si occupa di storia, archeologia e religione. Cultore di opera lirica, ideatore del metodo “Mimerito” sperimentato dal Miur e promotore del progetto di risonanza internazionale “Plinio”, è stato reporter dall'Afghanistan e dall'Himalaya. Ha appena pubblicato il romanzo "Eugénie" (Bibliotheka). Ricercatore del bello, del sano e del vero – per quanto scomodi - vive una relazione complicata con l'Italia che ama alla follia sebbene, non di rado, gli spezzi il cuore

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

Il caso può essere divertentissimo o inquietante in base ai punti di vista e alle sensibilità, a seconda se si sia atei oppure credenti e, tra questi ultimi, modernisti o conservatori. Il rebus circola sul web da qualche tempo, ma se ne fa cenno in modo più preciso nel volume di Sergio Russo “Sei tu quello, o dobbiamo aspettarne un altro?”, un libro che mette in relazione i messaggi mariani e  le profezie  dei mistici con le rivoluzioni attualmente in corso nella Chiesa.

Come noto, il Libro dell’Apocalisse scritto dall’Apostolo Giovanni è l’ultimo del Nuovo Testamento e conterrebbe rivelazioni simboliche sui destini ultimi dell’umanità. In esso si fa riferimento all’”Anticristo”, una figura maschile di enorme prestigio nel mondo per i suoi apparenti tratti di bontà e umanitarismo, che celano, però, principi e valori del tutto opposti alla legge di Dio e della Creazione. 

Lo scrittore russo Vladimir Soloviev - che veniva spesso citato dal card. Biffi – già nel 1900 specificava  come l’Anticristo sarebbe stato una figura pacifista, ecologista ed ecumenista.

Benedetto XVI ha, più recentemente, parlato di tre indizi chiave per individuarlo: manipolazione della vita, matrimoni omosessuali e la sostituzione del Cristianesimo con una nuova, falsa fede umanitaria, un’impostura religiosa che avrebbe la funzione di supportare ideologicamente il “potere mondiale dell’uomo sull’uomo”.  

Nell’Apocalisse si legge, dunque, al capitolo 13, versetto 18 (nel brano che parla della “bestia che sale dalla terra”, ovvero del “falso profeta”): “Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è 666.”

Fin dai tempi più antichi, una miriade di studiosi, Padri e Dottori della Chiesa, santi ed esegeti, si sono arrovellati sul busillis per capire il nome dell’Anticristo cercando di trovare un nesso fra l’enigmatico 666 e alcune lettere, senza però giungere ad un risultato valido e soddisfacente. Il problema chiave era: quale alfabeto usare tra quello latino, ebraico, o greco? Un dubbio non da poco, dato che la rivelazione apocalittica dovrebbe avere valenza universale.

Ecco perché, qualche tempo fa, un personaggio - pare anonimo - ha lanciato sul web  l’idea di utilizzare l’unico alfabeto valido per tutto il mondo, ufficializzato nel 1968.

Si tratta del cosiddetto “Codice ASCII” del computer che, in sostanza, assegna un numero a ogni simbolo grafico, che si tratti di una virgola, di un asterisco o, naturalmente, di una lettera.

Questa traduzione in numeri dei caratteri è valida in qualsiasi nazione, indipendentemente dalla lingua usata.

Le lettere maiuscole dell’alfabeto ASCII partono dalla A=65, B=66, C=67, D=68….etc. fino alla Z, che ha numero 90.

Si è così provato a sommare i valori corrispondenti delle lettere che compongono i cognomi di Obama, Putin, Trump, Soros, Zuckerberg, Bezos e altri 44 personaggi attinti dalla lista dei 100 più potenti del mondo stilata da Forbes, cui ne sono stati aggiunti altri molto influenti e/o ammantati da un’aura di filantropismo, ed altri ancora che, a volte, sono stati platealmente accusati di possedere un'aura malefica.

Sollecitati dallo storico “vade retro” di Famiglia Cristiana ci siamo permessi di provare anche con “Salvini”, ma niente, nessuno dei loro cognomi dà il numero 666. Sul nome completo BILL GATES ci si avvicina, ma il conto dà 663, al quale si dovrebbero semmai aggiungere  tre “I” del suffisso genealogico (Bill Gates III) che però non valgono “1”. Insomma, per il creatore di Microsoft si tratta di un risultato “tirato per i capelli”.

Invece, fra i 50 “papabili” al ruolo di Anticristo (perdonate l’ironia), l’unico nome che dà 666, tondo tondo e senza incertezze, sapete qual è?

BERGOGLIO

(B) 66 + (E) 69 + ( R ) 82 + (G) 71 + (O) 79 + (G) 71 + (L) 76 + (I) 73 + (O) 79 = 666

Incredibile come la sfortuna si sia accanita proprio contro papa Francesco con una coincidenza sulla quale, certamente,  gongoleranno i suoi più accaniti detrattori.

Scrive infatti il biblista don Alberto Maggi: “Per alcuni gruppi fondamentalisti cristiani e di estrema destra, non c’è alcun dubbio che questa pandemia sia un castigo inflitto da Dio per le colpe di Jorge Bergoglio, satanista e massone, che non è il papa, bensì l’Anticristo”.

Ovviamente, Padre Maggi nega la malevola attribuzione a papa Francesco e anzi ribalta l’accusa anticristica proprio sugli “ultraconservatori”. La cosa non stupisce: don Maggi non ama molto la tradizione considerato che, pur essendo un mariologo, nutre vari dubbi sul dogma della verginità della Madonna, come scrive in un suo libro: “Non si deve consentire che si raccontino cose inverosimili su Maria. […] I Vangeli non sono  un trattato di ginecologia…. […] L’evangelista non vuol dire cosa hanno fatto Maria e Giuseppe, o cosa non hanno fatto”.

A di là delle diatribe interne alla Chiesa, laicamente parlando, si tratta ovviamente di un puro caso e, proprio come tale, abbiamo voluto sottoporlo a un calcolo delle probabilità chiedendo a vari matematici: “Che possibilità statistiche ci sono che, fra tanti grandi della terra, un numero del genere sia toccato proprio a papa Francesco?” .

L’unico studioso che, divertito dal quesito, si è prestato a eseguire il calcolo combinatorio è stato l’astrofisico francese prof.  Pierre Marie Gori che, dopo una mattinata di operazioni, ha potuto così riassumere: “Secondo il codice ASCII, la somma 666 può essere data solo da una parola composta da un minimo di 8 a un massimo di 10 lettere. La probabilità generale di trovare sulla terra un cognome di questa lunghezza con valore 666 è di un caso su 326.

Sapendo che, nel 2013, (anno del conclave di Bergoglio) esistevano solo 207 cardinali eleggibili su un totale di 3,5 miliardi di abitanti, (maschi) la probabilità di avere un papa con il cognome composto da 8, 9 o 10 lettere, di cui la somma ASCII vale 666, è di UN CASO SU 14 MILIARDI (per l’esattezza: uno su 14.285.700.000)”.

Speriamo che qualche altro matematico voglia fornirci un’interpretazione alternativa perché vedere fino a quale punto la sfortuna possa giungere quando “ci si mette d’impegno” è abbastanza deprimente per tutti.

___________________________________________

ESEMPI:

Capi di stato e politici

1. Clinton 535

2. Obama 352

3. Maduro 457

4. Bolsonaro 687

5. Xi Jinping 688

6. Trump 408

7. Sanders 479

8. Putin 400

9. Khamenei 578

10. Naruhito 618

11. Erdogan 512

12. Nethanyau 655

13. Merkel 448

14. Johnson 543

15. Kim 225

16. Conte 337

17. Macron 448

18. Trudeau 535

19. Salvini 537

 

Banchieri ed economisti

20. Powell 467

21. Rotschild 686

22. Rockefeller 814

23. Draghi 431

24. Juncker 530

 

Dittatori e sovrani

25. Hitler 456

26. Stalin 459

27. Mussolini 697

28. Federico II 577


Filantropi, informatici, imprenditori

29. Gates 372

30. Zuckerberg 756

31. Bezos 387

32. Epstein 536

33. Buffett 528

34. Systrom 577

35. Soros 406
36. Moore 377

37. Slim 309

38. Bloomberg  665

39. Kaiser 447

Artisti

40. Di Caprio 587

41. McCartney 609

42. Manson 460

43. John 303

 

Papi

44. Ratzinger 694

45. Wojtyla 554

46. Montini 542

47. Roncalli 595

48. Pacelli 506

49. Viganò 452

50. Bergoglio 666


 

Dai blog