Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Uno chalet da sogno nel fiabesco villaggio di Megève, in Francia

Orchidea Colonna
Orchidea Colonna

Giornalista, globetrotter e food lover. Sono convinta che ogni viaggio, ogni luogo visitato e osservato, ci renda più ricchi dentro. Da un viaggio si torna sempre diversi e migliori da come si è partiti. Seguitemi e attraverso i miei occhi scoprirete un mondo di inattesa bellezza

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

Jean Cocteau, poliedrico artista francese, nei primi anni del 1900, definì Megève il XXI arrondissement di Parigi, visto il gran numero di parigini che frequentavano assiduamente le piste sciistiche di questa perla, dominata dalle alture del Christomet, del Mont d'Arbois, di Rochebrune e dello Jaillet. 

Il suo prestigio, infatti, ha reso Megève a livello turistico una località estremamente frequentata in primis dai francesi, ai quali negli anni si sono aggiunti anche turisti internazionali che, apprezzando gli ambienti e le strutture presenti, ne hanno consolidato la fama. Questa località possiede infatti un comprensorio sciistico fra i più vasti in Europa. Megève per intenderci rappresenta ciò che Sankt Moritz rappresenta in Svizzera e Cortina in  l'Italia.  L'ascesa di Megève, infatti, come meta di soggiorno e villeggiatura fu promossa da Edmond e Nadine de Rothschild che cercarono di far diventare questo luogo un antagonista di Sankt Moritz e il simbolo dell'art di vivre alla francese. Oggi mi ritrovo nuovamente qui dove, sullo sfondo del Monte Bianco, sorge il fiabesco villaggio di Megève: un'affascinante, elegante e prestigiosa stazione sciistica dove si ha la possibilità di vivere in un autentico villaggio della Savoia, ricco di tradizioni, storia locale e situato in un ambiente naturale unico. Ma il panorama innevato durante l’inverno è davvero insuperabile, Mi trovo poco distante dal confine italiano, e più precisamente nella regione Rodano-Alpi, dipartimento Alta Savoia, cantone Sallanches. Il nome Megève deriva dal termine arpetano savoiardo “Médzève”, che significa "in mezzo alle acque". 

Questo piccolo comune francese, infatti, sorge su di un colle che separa il bacino del fiume Arbon da quello del fiume Arly. Una cittadina circondata interamente da grandi alture, quali il Mont d'Arbois, lo Jaillet, il Christomet ed il Rocherbrune. Durante l'inverno si ricopre completamente di bianco, ed insieme alle vette del vicino Monte Bianco, offre ai turisti internazionali panorami incantevoli, oltre a strutture e locali di ottimo livello, ideali per l'intrattenimento e lo sport, le due principali attrazioni della stagione. 

In primavera ed in estate invece Megève si trasforma in una valle verdeggiante che accoglie turisti ed appassionati di trekking o escursionismo, pronti a lunghe passeggiate alla scoperta delle bellezze naturalistiche del posto. Qui sorge il rinomato e prestigioso Relais & Châteaux “Le Chalet du Mont d'Arbois”, A Four Seasons Hotel.  Questo gioiello, che è situato sulle alture di Megève e che da gennaio riaprirà le sue porte, è una dimora eccezionale che rispecchia l’eleganza e l’anima della Savoia. Collocato a soli 2,5 km dal centro di Megève e ad appena 500 metri dalle piste sciistiche del Mont d'Arbois, offre suite in 3 diversi chalet: lo chalet Eve, lo chalet Noèmie e lo chalet d’Alice. 

Tre strutture che offrono confort, calma e benessere. Io ho alloggiato in una splendida e accogliente suite/appartamento di circa 100 mq del Noèmie. 
Questo hotel offre golf privato, sci, piscina interna-esterna riscaldata, hammam, spa, centro estetico, vasca idromassaggio e un bagno svedese. La tradizione culinaria dei Rothshild e la montagna sono la ricchezza dei ristoranti. Potrete gustare la cucina gastronimica locale nell’elegante ristorante di nome “Prima", che offre una interpretazione contemporanea della gastronomia francese, con particolare attenzione al rispetto dei prodotti delle stagioni grazie allo Chef Nicolas Hensinger. Terra, mare, acqua dolce e foreste sono sapori celebrati attraverso composizioni armoniose di sapori fondamentali con attenzione ai prodotti sempre scelti da una selezione dei migliori fornitori. 

Oppure si possono gustare piatti italiani come la pizza presso la "Trattoria de la Taverne", non lontano dallo Chalet Mont d'Arbois.  Oppure si può optare per i piatti giapponesi nel ristorante "Kaito" con accesso direttamente sulle piste. Le camere e suite sono di proporzioni generose, ornate di tessuti preziosi, pannelli in legno caldo, arredate in tipico stile locale e vantano una splendida vista sulla valle o sulle montagne. Nel centro benessere dello Chalet ci sono una sauna, un hammam e piscina all'aperto riscaldata  disponibile tutto l'anno. A metà pomeriggio la scelta di thè e pasticcini realizzati dallo chef e il suo team allietano il rientro in hotel dopo qualche ora passata a sciare sulle piste o dal ritorno da passeggiate e shopping.

Di sicuro questi giorni trascorsi nel paradiso bianco di Megève mi aiuteranno a recuperare energia e tranquillità, e in questo periodo è davvero il più bel regalo di Natale che possa fare a me stessa.

www.megeve.com
www.savoie-mont-blanc.com
www.france.fr
www.fourseasons.com 

 

Dai blog