Cerca

Il Bioparco

Zoom Torino, un ottobre di plastica: dove la festa di Halloween è davvero mostruosa

12 Ottobre 2018

0

Niente reti, gabbie e cancelli, ma cespugli e vasche d'acqua. Il bioparco Zoom Torino è lontano anni luce dal tradizione zoo dove si vedono gli animali dietro grate grigi in spazi sempre troppo piccoli. Zoom è un viaggio emozionante dentro 160mila metri quadrati e due continenti, l’Africa e l’Asia dove incontrare gli animali nei loro habitat che sono stati ricreati ad hoc: Serengeti, Hippo Underwater, Madagascar, Asia, Anfiteatro di Petra, Baia dei Pinguini, Bolder e Malawi Beach, Fattoria del Baobab, Tempio delle Tigri, Lontre di Manakara. L’obiettivo di Zoom è di far conoscere e proteggere gli animali, conservare e difendere le specie a rischio, sostenere la ricerca e approfondire le tematiche ambientali. E rientra proprio nell’attenzione verso l’ambiente l’iniziativa di Zoom Torino che, per tutto il mese di ottobre, ha scelto di affrontare il tema del riciclo della plastica e della raccolta differenziata con un programma di attività e laboratori per bambini. Lo scopo è quello di sensibilizzare adulti e piccini sul tema dell’importanza della salvaguardia della natura e degli ambienti marini e delle specie di animali che li abitano – e la realizzazione di un enorme mostro di plastica.

“Ogni anno vengono prodotti almeno 11 miliardi di tonnellate di rifiuti che finiscono nei corsi d’acqua e poi in mare – spiega Valentina Isaja, Responsabile Educational e Conservation di ZOOM – e ogni anno per la plastica muoiono circa 1 milione di uccelli marini, più di 350.000 mammiferi marini e 250.000 tartarughe. Numeri altissimi la cui causa è il costante aumento di rifiuti di plastica in mare che di conseguenza portano alla morte per soffocamento, o intrappolamento, di molte specie di animali, oltre a provocare danni socio-economici al turismo e alla pesca. La plastica, infatti, non si biodegrada ma si frammenta nel tempo in microfilamenti che vengono ingeriti dai pesci, che dal mare arrivano sulle nostre tavole intaccando così la catena alimentare>. Durante il primo weekend di ottobre è stata realizzata una grande scultura con materiali di plastica dell’artista Daniele Accossato, che riproduce un enorme tricheco dall’aspetto pauroso. La scultura, di 6m x 3,5m, ha infatti un aspetto volutamente pauroso perché darà il via ai festeggiamenti per Halloween. Al parco, la giornata più paurosa dell’anno, verrà festeggiata per un mese intero! Il messaggio che Accossato vuole trasmettere con l’opera è che così come la plastica rende mostruosa la natura, minacciando la vita delle specie che la abitano, allo stesso modo la plastica utilizzata dall’artista rende mostruosa l’opera stessa. "Da sempre ci impegnano affinché il bioparco diventi per tutti l’occasione per vedere da vicino le diverse specie di animali, per venire a conoscenza delle problematiche della natura ed essere così sensibilizzati al rispetto dell'ambiente, unica possibilità di preservare la biodiversità e frenare la distruzione degli habitat e la conseguente estinzione animale". così conclude Valentina Isaja.

Al bioparco il tema del riciclo verrà raccontato anche attraverso i laboratori – in programma nei primi tre weekend di ottobre – dove grandi e piccini potranno realizzare piccoli mostri utilizzando rifiuti di plastica, sia da portare a casa e sia da lasciare in esposizione al parco per l’allestimento a tema Halloween.ZOOM è anche gioco e divertimento. Per la festa più mostruosa dell’anno, fino al 4 novembre, il parco verrà allestito in perfetto stile Halloween per un percorso da brividi che va dalla casa abbandonata alla Zombie Zone, dal viale dei fantasmi e delle streghe al suggestivo Cimitero delle Specie estinte, dove i visitatori potranno scoprire le oltre 80 specie ospitate alle prese con le tipiche zucche, collocate all’interno degli habitat con funzione di enrichment per stimolare la loro curiosità. Durante i talk, fino a 20 in programma ogni giorno, si scoprirà con i biologi se lemuri, tigri, siamanghi e giraffe giocheranno o mangeranno le dolci zucche.

Durante tutto l’anno moltissime le proposte per gli appassionati di animali: un’esperienza unica è certamente quella di “Keeper per un giorno” in cui i bambini hanno la possibilità, seguiti da un esperto adulto, di preparare il cibo per i lemuri o per le giraffe, lucidare il carapace di tartarughe.

Per info: consulta il sito www.zommtorino.it 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media