Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mario Giordano, genialata: quello che non avevate notato, cosa mette in mano a Salvini (per sfottere Renzi)

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

A Fuori dal coro Mario Giordano è solito piazzare qualche diversivo geniale, qualche colpo di scena in grado di coinvolgere i telespettatori ma anche, in alcuni casi, gli ospiti. E così è stato con Matteo Salvini. Dimenticatevi le zucche di Halloween spappolate a colpe di ascia sovranista.  Leggi anche: "Cosa c'è di più dolce?". Salvini si divora le sardine, anche Giordano spiazzato Questa volta il vulcanico conduttore ha portato il leader della Lega in un cinema mezzo vuoto, per fargli vedere e commentare il film della politica italiana, un collage simile a un film horror. E come in ogni sala che si rispetti, ha messo in mano al Capitano un bicchierone extra-large di popcorn. I più appassionati di politica avranno colto il riferimento ai popcorn di Matteo Renzi, che un anno e mezzo fa alla nascita del governo gialloverde diceva di gustarsi divertito. Oggi la situazione è ribaltata: Renzi, e il Pd, alle prese con gli psicodrammi grillini e Salvini seduto ad assistere, tra il soddisfatto e l'attonito, al non-governo del Conte bis. Unica differenza: nel 2018 Renzi, allora nel Pd, era al minimo storico nei sondaggi mentre oggi la Lega è al massimo. E non è di poco conto.

Dai blog