Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Infami, pezzi di m., tua madre tr.. me la inc...": chi è il grillino che imbarazza i 5 Stelle

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Il Movimento 5 Stelle in Liguria esplode e l'ultrà grillino non la prende bene. Come ricorda il Fatto quotidiano, è stato il consigliere M5s dissidente di La Spezia Fabio Vistori, passato da Grillo a Federico Pizzarotti, a raccontare le minacce subite da Daniele Tizzanini, 45 anni, grillino della prima ora duro e puro, con precedenti penali per droga e violenza da stadio (è tifosissimo del Genoa). E molto arrabbiato. "A te ti prendo, vai pure a denunciarmi dai carabinieri pezzi di merda, tu e tuo figlio. Domani vengo a casa tua, ti vengo a prendere. Tu sei un infame e ce la ragioniamo noi. Chi finisce all'ospedale non fa più denunce", scriveva Tizzanini a Vistori. Nel suo mirino però è finito anche Paolo Putti, consigliere comunale di Genova anche lui fuoriuscito dai 5 Stelle dopo il caso Pizzarotti. Considerato vicino ai consiglieri regionali Alice Salvatore e Marco De Ferrari, Tizzanini è noto alle cronache liguri da qualche anno. Il 27 giugno 2014, scrive Il Fatto, si presenta alla redazione del Secolo XIX urlando e insultando per alcuni articoli giudicati troppo critici con il Movimento: "Non me ne vado finché non mi date spiegazioni sulle porcherie che scrivete". Il 15 ottobre dello stesso anno, durante i drammatici giorni dell'alluvione di Genova, fa parte del codazzo che segue Beppe Grillo in visita alla città. Un ragazzo contesta il leader ("Beppe non ci piacciono le passerelle, prendi la pala") e i tre "bodyguard" di Beppe lo zittiscono: "Sei una merda, hai avuto i tuoi due minuti di pubblicità". Sempre Tizzanini su Facebook ha pubblicato sue foto con Grillo, Di Battista e Di Maio, oltre a partecipare a un incontro del Movimento in Basilicata insieme alla Salvatore e De Ferari. In questi giorni, l'escalation di violenza verbale contro i dissidenti: "I topi infami come voi amici di Putti e Pizzarotti devono sparire. Infame di merda". E ancora, a Vistori: "Tua madre è una t, me la inc tutte le notti". La Salvatore prende le distanze: "Abbiamo viaggiato con Tizzanini una sola volta. Ai nostri incontri si è sempre comportato bene". "Condanno ogni intimidazione. È solo un simpatizzante, non un attivista - prosegue al Fatto -. Non c'entra niente con Grillo. Perché non parlate così anche delle teste calde degli altri partiti?".

Dai blog