Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il giovane Renzi è già vecchio

default_image

Mattias Mainiero
  • a
  • a
  • a

Con Renzirischiamo di farci governare da un voltagabbana. Nel Sud si dice che quelli come Renzinon sono uomini, sono "chiachilli" (vernacolo meridionale).A Firenze come si potrebbe invece chiamare uno come il sindaco? Valentino Castriota Trepuzzi (Lecce) Come si dice a Firenze, caro Castriota? Non lo  so. Essendo napoletano, so però che al Sud si dice “chiachiello”, con la “e”. E non si tratta di una definizione simpatica. Offensiva no, però cattivella. Il “chiachiello”, cito dai dizionari, è quello che fa solo chiacchiere. Forse il termine deriva dallo spagnolo “cualquier” (qualunque, mediocre). Oppure è una parola onomatopeica: da “chià-chià”, fare chiacchiere. “Chiachiello è uomo di parole, non di parola, e dunque un individuo inaffidabile che tenta di acquistare importanza con argomentazioni non verificabili e spesso campate in aria. Un ibrido tra un opportunista e un incapace”. Forse è troppo. Dirotterei sul napoletano “zezo”, cioè piacione. Oppure, meglio ancora, “farenello”, un tizio che si infarina, che usa trucchi di scena, che si presenta in pubblico per quello che in realtà non è. E in questo, in questo suo apparire, questo parlare e straparlare, questo voler essere a tutti i costi simpatico, il giovane Renzi è decisamente vecchio. Strabiliante: ha appena trentotto anni, eppure sembra uscito da un film datato, una polverosa pellicola che ha fatto il pieno di telespettatori a cavallo fra la fine del vecchio secolo e l'inizio del nuovo. Pochi anni fa, ma sembra preistoria. Si presenta in pubblico in camicia, Matteuccio, talvolta con i jeans. Dice: vedete, sono uno di voi. E oggi ci vorrebbe uno diverso, non come noi. Uno superiore, che si stacca dalla massa, che è più in alto perché più bravo, e dunque più capace di risolvere i problemi. Strabuzza gli occhi, il Matusalemme Renzi, se l'intervistatore gli fa una domanda un po' più strana, fuori dagli schemi. E oggi ci vorrebbe uno che non si meravigli, non si turba, uno che non scende dal pero o dalla montagna e che semplicemente risponde alla domanda, possibilmente non elencando una miriade di cifre incontrollabili. Matteuccio è ancora la videopolitica, in un'epoca in cui ci vorrebbe solo un po' di buona politica. In quanto tale, il giovane Renzi è già pronto per la rottamazione. Spero che gli italiani aprano gli occhi. mattias.mainiero@liberoquotidiano.it

Dai blog