Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tortura: appello a Zingaretti, riaprire ambulatorio per cura vittime (2)

default_image

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos Salute) - "Le persone che hanno subito torture - spiega ancora Germani - hanno bisogno di cure specifiche, sia per la riabilitazione, sia per tornare nella comunita' in cui vivono. Senza il giusto intervento, infatti, queste persone hanno grandissime difficolta' di recupero fisico e di integrazione e i costi della loro assistenza si moltiplicano", aggiunge Germani, sottolineando che "ci sono tutte le ragioni per ripristinare questa struttura che e' stata la prima pubblica, sul territorio nazionale, a garantire cure e terapie specifiche e innovative per i sopravvissuti a tortura e violenze". E i dati ne dimostrano l'utilita': del 2011 sono state effettuate 1.240 visite mediche, sono stati presi in carico 206 nuovi pazienti, eseguite 974 valutazioni specifiche e redatte oltre 260 certificazioni finalizzate al giudizio sul riconoscimento della protezione internazionale. La rete Nirast degli ambulatori per le vittime della tortura, una volta coordinata dal Centro del San Giovanni, si sarebbe ora praticamente disgregata. Le diverse strutture - Milano, Torino, Gorizia, Caserta, Foggia, Bari, Crotone, Siracusa, Trapani - lavorano senza un coordinamento. "Ma basterebbe poco per riprendere le fila di quella che la Ue considerava un'eccellenza. Noi siamo pronti a ripartire. Aspettiamo la risposta del Governatore del Lazio", conclude Germani.

Dai blog