Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Immigrati: Kyenge, vicenda baby-nuotatrice indica bisogno rivedere norme

default_image

  • a
  • a
  • a

Roma, 26 giu. (Adnkronos) - "Sono i casi concreti come questi che ci fanno capire l'esigenza di rivedere alcune norme e di continuare alcuni percorsi di riflessione su un tema cosi' importante come quello della cittadinanza. Questo caso pone un interrogativo a tutta la societa'". Cosi' il ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge, commenta con l'Adnkronos il caso della piccola atleta di 10 anni, di Campodarsego, in provincia di Padova, figlia di tunisini residenti in Italia da 12 anni, alla quale e' stato negato di fare le gare federali perche' straniera. "E' chiaro - prosegue il ministro - che una vicenda del genere segni una persona a 10 anni, nel pieno di un progresso di integrazione e segni profondamente le differenze, proprio quello che dobbiamo cercare di evitare. Le differenze - conclude - devono arricchire, non devono ne' dividere ne' aumentare la paura".

Dai blog