Cerca

cronaca

Mafia: Scarantino, 'Dissi a mio fratello che avevo paura dalla Polizia'

17 Maggio 2019

0

Caltanissetta, 17 mag. (AdnKronos) - "Mio fratello Rosario mi diceva di dire sempre la verità, ma io dicevo che avevo paura. Gli dicevo che avevo paura della Polizia. Un giorno sono andato a Modena e gli ho chiesto aiuto. Gli chiesi se poteva aiutare la mia famiglia, se poteva tenerla con lui perché io avevo deciso di dire tutta la verità". Così, l'ex pentito Vincenzo Scarantino, proseguendo la sua deposizione al processo per il depistaggio sulla strage di via D'Amelio. "La verità era che io ero innocente - dice - e che non sapevo niente della strage. Mio fratello ha accolto questa mia volontà e mi ha detto che per quanto riguardava la mia famiglia non c'erano problemi e che mi avrebbe aiutato a fare portare via la mia famiglia". "Ricordo che quando gli dissi che avevo paura della Polizia lui tolse la spina del telefono perché c'era la paura che ci potessero ascoltare".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media