Cerca

sicilia

Trapani: fatture false e fallimenti pilotati, arrestato imprenditore (2)

20 Maggio 2019

0

(AdnKronos) - I controlli della Guardia di finanza, i debiti con i dipendenti e l’esposizione con il fisco hanno spinto il titolare della ditta a distrarre il compendio aziendale e a trasferire i dipendenti facendo confluire tutti gli asset in un nuovo soggetto giuridico, intestato fittiziamente ai familiari. Le attività di polizia giudiziaria eseguite lo scorso settembre, però, hanno costretto l’imprenditore a creare un’ulteriore società-schermo nella quale trasferire ancora una volta i lavoratori e l’avviamento lasciando tutti i debiti nel vecchio soggetto giuridico.

Dopo aver ricostruito il vorticoso meccanismo fraudolento i finanzieri hanno immediatamente informato il pubblico ministero che ha presentato al Tribunale fallimentare due istanze dichiarative di fallimento per la ditta individuale e la società, entrambe ormai prive di asset e fortemente indebitate con i dipendenti e con l’Erario. Sono stati denunciati cinque cittadini di nazionalità cinese, che si aggiungono alle 32 persone già segnalate all’autorità giudiziaria nella precedente fase ispettiva. Il gip, su proposta della Procura di Marsala, ha disposto gli arresti domiciliari e il sequestro delle quote sociali, dei conti correnti e dei compendi aziendali di tutte le imprese interessate, che saranno ora gestite da un amministratore giudiziario.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media