Cerca

sicilia

Palermo: Ruperti, 'sequestrati 3mila chili di droga, avrebbero fruttato oltre 15 mln'

21 Maggio 2019

0

Palermo, 21 mag. (AdnKronos) - "Sono stati sequestrati oltre 3000 chili di hashish che avrebbero portato nelle casse di questa organizzazione criminale più di 15milioni di euro nella vendita al dettaglio. Un danno che ha una ricaduta non solo sui trafficanti palermitani e su chi li ha riforniti, ma anche su tutti quelli che da questo mercato trovavano profitti e sui gestori delle piazze di spaccio che sono sempre in qualche modo vigilate e controllate da Cosa Nostra". A fornire il dettaglio sull'operazione Blacksmith, che all'alba di oggi ha sgominato un'organizzazione che riforniva la Sicilia di droga proveniente della Calabria e dalla Campania, è il capo della Squadra Mobile di Palermo Rodolfo Ruperti. Un grammo di hashish veniva rivenduto anche a cinque euro.

L'operazione, che ha portato in carcere 14 persone e cinque agli arresti domiciliari, ha visto anche il sequestro di numerosi beni - ville appartamenti, terreni, aziende e numerosi autoveicoli - riconducibili agli indagati le cui entrate di diritto non corrispondevano al tenore di vita mantenuto. Fra le attività sequestrate anche La Bottega dell'Angolo, a Borgonuovo, intestata formalmente a Michele Spartico ma di fatto festita dai 'due Paoli', Paolo Di Maggio e Paolo Dragotto.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media