Cerca

sicilia

Mafia: il boss Graviano ammette, 'Concepii mio figlio al 41 bis distraendo le guardie'/Adnkronos (4)

14 Febbraio 2020

0
Mafia: il boss Graviano ammette, 'Concepii mio figlio al 41 bis distraendo le guardie'/Adnkronos (4)

(Adnkronos) - E poi Giuseppe Graviano racconta al Procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo: "Sono venuti tanti colleghi a chiedere, non venivano autorizzati i permessi e basta". Insomma, ribadisce che ci è riuscito grazie a una "distrazione" di alcuni agenti del Gom. Ma il sospetto è che la moglie sia stata lasciata entrare in carcere per tentare di ammorbidire la posizione del boss mafioso condannato per le stragi mafiosi e per l'uccisione di don Pino Puglisi. Poi racconta la sua storia d'amore con la moglie Bibbiana. "Quando cominciai a ricevere le ordinanze di custodia cautelare per gli omicidi di Salvo Lima e del procedimento Agate +59 con imputazione di stragi, Libero Grassi, ero con la mia allora fidanzata in barca sul lago. E le dissi: 'Vatti a fare la tua vita'. Ma lei non ne ha voluto sapere niente. Anche quando venni arrestato le dicevo dal carcere di farsi la sua vita". "Invece lei è voluta restare con me e così le dissi di preparare i documenti e di sposarci - racconta ancora Giuseppe Graviano - E ci siamo sposati. Ma certo non dormivamo in cella assieme, come è stato scritto".

E spiega: "I miei figli non dovevano nascere in Italia e infatti sono nati in Svizzera". I due ragazzi hanno poi frequentato la prestigiosa scuola privata Gonzaga di Palermo e hanno proseguito gli studi fuori. Proprio come volevano i boss Graviano.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Coronavirus, il video di Amadeus per la Rai: "Aiutiamoci l'un con l'altro"

Stefano Nicolao e l’arte dei costumi: l'intervista di Viviana Battaglione
Ballo di Carnevale tra le epoche al Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari
Coronavirus, il governatore delle Marche sfida Conte: "Chiudo le scuole", si va in Tribunale

media