Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Novamont: "Bioeconomia opportunità da cogliere"

AdnKronos
  • a
  • a
  • a

Roma, 16 ott. - (AdnKronos) - "Credo che la bioeconomia, giocata in logica circolare e locale, con le radici nel territorio e la testa nel mondo, sia veramente un'opportunità da cogliere". Lo afferma Catia Bastioli, amministratore delegato di Novamont, a margine del convegno "The future is now", side event che inaugura l'appuntamento internazionale del cinquantennale del Club di Roma che si terrà il 17 e 18 ottobre. La sfida, secondo la Bastioli, non è tecnologica ma di mentalità: "occorre riportare i progetti di innovazione, di economia circolare sui territori, moltiplicare i casi studio, le filiere integrate e moltiplicare le connessioni, coinvolgendo le comunità in modo inclusivo per accelerare il cambiamento". L'innovazione la fa da padrona in casa Novamont che da poco ha lanciato per la cosmetica senza risciacquo la linea Celus-Bi ottenuta da materie prime rinnovabili in grado di biodegradare nel giro di pochi giorni nel depuratore garantendo che nessun residuo finisca nei fiumi e nei mari. In Novamont, spiega Bastioli, "cerchiamo di capire quali sono i problemi ambientali e proponiamo soluzioni" arrivando anche ad anticipare la normativa. Per la cosmetica da risciacquo, infatti, la normativa a partire dal 2020 introduce il divieto di utilizzo di microsfere di plastica. Novamont si porta avanti e introduce con la linea Celus - Bi una soluzione green anche per la cosmetica senza risciacquo (come trucco, solari, creme idratanti ed emollienti). Secondo Bastioli, "è importante accelerare i processi di cambiamento".

Dai blog