Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Intesa Sp: De Felice, Italia dialoga con Russia ma Ue deve viaggiare assieme (2)

AdnKronos
  • a
  • a
  • a

(AdnKronos) - "Nel 2017 -sottolinea De Felice- i Paesi dell'Ueea hanno prodotto il 3,8% del Pil mondiale e raccolto il 2% degli investimenti diretti esteri, pari a 623,7 miliardi di dollari e destinati per il 95% a Russia e Kazakistan. L'Italia ha investito 13,3 miliardi di euro, 11,5 dei quali nella sola Russia, ma di fatto il contributo del nostro Paese è stato maggiore, perché gli investimenti diretti non includono quelli avvenuti attraverso le controllate estere". "Le imprese italiane presenti nell'Ueea -rimarca- sono 850, 740 in Russia e 87 in Kazakistan e operano soprattutto nei settori energia, agri-food, moda, trasporti e telecomunicazioni". Per quanto riguarda le costruzioni, "nell'area le nostre aziende hanno cantieri aperti perlopiù in Russia, per un valore complessivo di 2 miliardi di euro, 300 milioni dei quali frutto di nuovi accordi nel 2017. Dati interessanti, ma con un grande potenziale di crescita se si pensa che i contractor italiani sono molto apprezzati e riconosciuti all'estero, dove realizzano la maggior parte del fatturato, e sono attualmente attivi in 92 Paesi in 5 continenti per un totale di 811 cantieri dal valore complessivo di 82,2 miliardi di euro".

Dai blog