Cerca

Fotografia già vecchia

Le grandi banche italiane promosse dallo stress test? Balle. Parla l'economista: "Il super spread" ci rovinerà

3 Novembre 2018

1
Le grandi banche italiane promosse dallo stress test? Balle. Parla l'economista: "Il super spread" ci rovinerà

Banche italiane promosse nello stress test dell'Autorità bancaria europea. Ci sarebbe da festeggiare per la solidità dimostrata dai 4 grandi gruppi presi in esame, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi e Banco-Bpm. Ma secondo Marcello Messori, economista della Luiss, la fotografia scattata "è già vecchia", perché risale alla fine del 2017, "senza contare quante cose sono successe dopo". E secondo Stefano Caselli, ordinario di economia degli intermediari finanziari alla Bocconi, il problema è un altro, cioè lo spread: "Ha ricadute su molti settori e colpisce la redditività delle banche, erode il loro capitale - spiega alla Stampa -. Il loro patrimonio, come vediamo, è solido, ma certo si ritrovano con minore spazio per finanziare le imprese e dunque l'economia".


La congiuntura, tra Pil in frenata così come la produzione manifatturiera, si preannuncia negativa e pericolosa. Certo, le grandi banche prese in esame negli ultimi anni hanno ripulito la loro pancia dal pericolo di crediti deteriorati ma, ricorda Messori, l'esame europeo per quanto concerne l'Italia non considera l'escalation dei tassi di interesse dei titoli di Stato avvenuta dopo il 31 dicembre 2017", visto che lo stress test considera uno scenario con spread tra Bond decennali italiani e tedeschi a 250 punti base, soglia ampiamente superata oggi fino ad arrivare a 340. "Se continua la tensione sullo spread - conclude Messori - alcune delle nostre banche dovranno ricapitalizzare: farlo con una redditività inferiore al costo del capitale è complicato. A quel punto i banchieri potrebbero dover ridurre il bilancio. E prestare meno soldi". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • csrvb

    03 Novembre 2018 - 09:09

    deve per forza andar male per certi economisti!

    Report

    Rispondi

media