Cerca

veneto

Sblocca cantieri: Confartigianato Veneto, serve tregua normativa

13 Giugno 2019

0

Venezia, 13 giu. (AdnKronos) - Luci e ombre nel maxiemendamento che ridisegna l’impatto del decreto Sblocca-cantieri sul Codice degli appalti. In particolare preoccupa per le Pmi, il termine del 2020 che rischia di vanificare le novità introdotte.

Ieri, in tarda serata, la Camera ha approvato con voto di fiducia lo Sblocca Cantieri. Il testo contiene la gran parte delle ultime integrazioni delle Commissioni parlamentari considerando che il passaggio alla Camera non ha richiesto modifiche al fine di evitare un nuovo passaggio in Senato che avrebbe comportato la scadenza dei termini per la conversione in legge del provvedimento.

“La riforma – rilevano in Confartigianato Imprese Veneto – è apprezzabile quando amplia il ricorso all’affidamento diretto fino a 150mila euro e reintroduce l’utilizzo della procedura negoziata fino a un milione di euro per i lavori (0-40.000 affidamento diretto, 40.000 -150.000 richiesta 3 preventivi, 150.000 - 350.000 negoziata con 10 operatori economici, 350.000 - 1.000.000 negoziata con 15 operatori economici), quando prevede il subappalto fino al tetto del 40% (va ricordato che il Decreto Legge prevedeva il 50%) ed infine il 30% di ribasso del limite di prezzo nell'Offerta Economicamente più Vantaggiosa. Ma contiene anche una insidia molto preoccupante: la data di scadenza!".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Venezia, ecco come sarà il Mose una volta completato: immagini sorprendenti

Salvini ironizza su Zingaretti: "Dopo la riproposta dello Ius soli si è preso i 'vaffa' pure dagli alleati"
Che tempo che fa, David Grossmann con Liliana Segre: "So cosa ha passato"
Maltempo, Alto Adige in ginocchio sotto la neve: valanghe come colate di lava, interi villaggi devastati

media