Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Becchi, minibot. Macron e sospetti su Draghi: "Ma perché Franco Cfa e Marco che gira ancora...?"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

La grande truffa di Franco Cfa e marco tedesco. Paolo Becchi, su Twitter, rilancia una battaglia che qualche mese fa aveva agitato M5s e Lega, creando non pochi grattacapi diplomatici tra Italia e Francia, e tornato prepotentemente d'attualità sull'onda della polemica sui minibot. Leggi anche: "Meglio la procedura d'infrazione che l'aumento Iva". Borghi a Libero, altra sfida a Giorgetti "La Francia emette il Franco CFA: una moneta neppure locale poiché circola fuori dai confini francesi", suggerisce Becchi. "Perché Draghi, che subito è intervenuto sui MiniBot, non ha mai detto una parola su questa moneta utilizzata dai francesi in forma di banconote stampate in Francia?". Alberto Bagnai, economista d'area Lega, interviene gettando acqua sul fuoco: "Perché non circola nell'Eurozona e non è emessa dalla Francia, ma dalle banche centrali di CEMAC (https://www.beac.int) e UEMOA (https://www.bceao.int)". La Francia emette il Franco CFA: una moneta neppure locale poiché circola fuori dai confini francesi. Perché Draghi, che subito è intervenuto sui MiniBot, non ha mai detto una parola su questa moneta utilizzata dai francesi in forma di banconote stampate in Francia?— Paolo Becchi (@pbecchi) 25 giugno 2019 Tutto vero, ma resta lo "strabismo" delle istituzioni finanziarie europee sul tema. E infatti Becchi insiste: "Come mai Draghi non ha detto niente sul fatto che in alcune città tedesche si possono ancora liberamente utilizzare le banconote dei vecchi marchi al posto degli euro?". In questo caso "l'euro-provocazione" del professore sovranista non riceve risposta, per ora, da Bagnai. Ma la tesi è chiara: perché, come al solito, Francia e Germania  possono destreggiarsi "con fantasia" nei meandri della finanza creativa mentre l'Italia viene subito rimessa in riga? Come mai Draghi non ha detto niente sul fatto che in alcune città tedesche si possono ancora liberamente utilizzare le banconote dei vecchi marchi al posto degli euro? Aktionswochen: In Gaiberg ist die D-Mark wieder etwas wert https://t.co/QIjGFBaITf— Paolo Becchi (@pbecchi) 25 giugno 2019

Dai blog