Cerca

L'analisi

Paolo Becchi e la manovra, quello che nessuno dice: chi pagherà il conto salatissimo dell'Iva

24 Ottobre 2019

5
Paolo Becchi e la manovra, quello che nessuno dice: chi pagherà il conto salatissimo dell'Iva

Dato che il governo non vuole aumentare il deficit pubblico e neanche l' Iva, deve alla fine aumentare tante piccole tasse di qui e di là, e dato che si tratta di una coalizione traballante, di gente che non ha mai lavorato nel settore privato e che crede che ci siano 200 o 300 miliardi di "sommerso", pensa di cavarsela con "la caccia all' evasione".

Come noto in Italia idraulici e altri che fanno lavori artigianali fanno del nero, a differenza ad esempio degli Stati Uniti dove ti danno regolare fattura. Stiamo ovviamente scherzando, perché chi ha vissuto a New York o a Los Angeles sa che nemmeno i meccanici accettano mai, anche per importi di migliaia di dollari, qualcosa di diverso dal cash, i contributi alle domestiche sono sconosciuti, i ristoratori di origine italiana raccontano come sia bello vivere senza libri Iva, registratori di cassa, redditometri e studi di settore. Sì perché appunto, non esistendo strumenti di rilevazione come questi, in America negozianti, ristoratori e artigiani dichiarano qualcosa di plausibile e poi, se gli capita l' ispezione, vanno a discutere e patteggiano di pagare di più (ma non essendoci documentazione tipo libri Iva come da noi è più che altro un tira e molla in cui alla fine ci si mette d' accordo).

Poi ci sono circa 15 milioni di immigrati non regolari, il che implica che interi settori come la raccolta della frutta o l' edilizia utilizzino lavoro in nero. In America però ti mettono in galera! Questo è vero. Ma solo perché gli Usa hanno due milioni e mezzo di carcerati, cioè da loro si va dentro per dozzine di reati per i quali in Europa e in Italia non succede un cazzo. Ad esempio migliaia di persone finiscono in carcere per debiti (incredibile ma vero). È vero quindi che ci sono evasori che in Usa vanno in carcere, ma semplicemente perché è un Paese dal carcere facile, per ogni tipo di reato grande e piccolo, dalla manifestazione non autorizzata al mancato pagamento degli alimenti. Vogliamo fare così anche da noi? Pensate allora prima alla costruzione di nuove carceri, ma è questo il vero problema?

Il mito della ricchezza sommersa - Ci sono multinazionali che grazie a Irlanda, Olanda, Lussemburgo (Paesi europei!) eludono circa un terzo delle tasse, perché pagano in media un 20% effettivo quando le aliquote sono sul 33% negli ultimi anni. In Italia ad esempio Google, Facebook, Apple o Nertlix non pagano quasi niente, fanno figurare gli utili in Olanda e poi in Irlanda e alla fine nei Caraibi. E lo stesso fanno in una certa misura le grandi famiglie e gruppi italiani dalla Fiat in giù che hanno ora sedi appunto in Olanda.

Le multinazionali Usa fatturano e operano in tutta l' Europa e Asia, ma mostrano i profitti in Lussemburgo, Irlanda, Olanda e Svizzera. Fingono di non guadagnare niente in Germania, Francia e Italia e di avere utili solo nei paradisi fiscali e i governi le lasciano tranquillamente fare Il nero o sommerso legato all' uso del contante tra chi lavora in proprio fornendo servizi in persona è fisiologico in tutto il mondo, tanto in America quanto in Italia. Noi oggi vogliamo colpire quello come il male assoluto. Ma il fenomeno clamoroso della nostra epoca è la colossale elusione delle tasse che con la globalizzazione le multinazionali e le élites oggi possono orchestrare, tramite sofisticate strategie legali e finanziarie e persino con la complicità di alcuni governi europei.

Il vero problema è questo, ma noi abbiamo deciso che è piu importante sbattere in galera idraulici, elettricisti, tappezzieri, muratori ecc. ecc., che lavorano in nero per sopravvivere.

di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bucciand

    24 Ottobre 2019 - 17:05

    Dove vanno a finire le commissioni sulle carte di credito che questo governo ci obbligherà ad usare? le tasse su questi utili saranno tutte pagate in italia ??

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    24 Ottobre 2019 - 14:02

    Ok , però spiegami perche dipendenti e pensionati DEVONO pagare fino all'ultimo centesimo, perchè mai la redditività di un impiegato laureato deve essere minore di un artigiano: Qualcuno si chiede ancora perchè l'Italia ha il più basso numero di laureati e perchè tanti laureati SCAPPANO dall'Italia ? Ormai siamo al livello di una repubblica sovietica , nessuna meritocrazia e appiattimento

    Report

    Rispondi

    • bucciand

      24 Ottobre 2019 - 17:05

      basta con sta storia dei dipendenti e pensionati che pagano tutto fino all'ultimo centesimo. Mai nessuno che abbia chiesto di non fare la fattura per risparmiare l'Iva ?? Mai nessuno che conosca chi fa il doppio lavoro ? Magari tra quei dipendenti pubblici che approfittano dell'orario ridotto per avere tempo libero? Nessun docente che dà lezioni private ?

      Report

      Rispondi

  • piccolapatria

    24 Ottobre 2019 - 11:11

    Le tasse le devono pagare tutti(!). Non è completo l'assunto sbandierato spesso da più parti. Per tutti s' intende anche la mafia, la camorra, l'ndrangheta ( o come cavolo si scrive), gli spacciatori, la prostituzione escort lussuose comprese, i portaborse di ogni genere, i vù cumprà ( come si diceva qualche anno fa), i grandissimi collocatori di denaro nei paradisi fiscali anche europei, ecc...,

    Report

    Rispondi

    • accardi.antonio

      24 Ottobre 2019 - 13:01

      Hai la bacchetta magica ?? Oppure vivi su Marte ?O ci vuoi far credere che se tu avessi' occasione di poter risparmiare una tassa ti autotasseresti ? Questa si chiama ipocrisia !!

      Report

      Rispondi

Dear Jack, il cane del chitarrista canta meglio di tanti cantanti vip / Video

Andrea Orlando, dal Pd ultimatum a Di Maio: "O fai sul serio o lasciamo perdere"
Gilet Gialli, caos a Parigi: assaltata una banca in occasione dell'anniversario dell'inizio della protesta
Venezia e Conte "sott'acqua". Camera con Vista, cos'è successo questa settimana

media