Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Manovra, possibile stangata sulla benzina se entro: 2020, il termine per disinnescarla

  • a
  • a
  • a

La manovra di bilancio continua il suo iter tra Camera e Senato, mentre le forze di maggioranza battibeccano sulle tasse da inserire. Con il decreto fiscale urgentemente approvato dalla Camera e in procinto di approdare in Senato, i presidenti dei due rami parlamentari, Roberto Fico ed Elisabetta Casellati, accusano il governo di aver "compresso" l'esame della legge di bilancio da parte del parlamento. Per ristrettezza di tempi, le cifre generali sono immodificabili; al contrario alcune voci in entrata (le tasse) sono ancora in ballo.  Per approfondire leggi anche: Massimo Garavaglia a Libero rivela una pioggia di tasse: "Occhio", così Conte strangola l'Italia Allo slittamento della plastic tax e della sugar tax, frutto di un compromesso tra il governo e Italia Viva, seguiranno minori entrate, quindi il governo dovrà recuperare risorse altrove. Innanzitutto è stata confermata una tassa del 20% sulle vincite provenienti dal gioco d'azzardo; la tassa Ires passerà dal 3 al 3.5%; e poi il rischio rincaro del carburante. Infatti, il governo inserirà una clausola di salvaguardia dal valore di 1.2 miliardi sulle accise sul carburante. Se entro il 2020 non si troveranno le risorse per disinnescarla, causerà un rincaro della benzina. E non sarebbe di certo una tassa ben vista.

Dai blog