Cerca

Plastic e sugar tax

Giuseppe Conte, bomba Coca Cola sul governo delle tasse: a rischio stabilimenti e investimenti in Italia

20 Dicembre 2019

2
Coca Cola minaccia la fuga dall'Italia: tutta colpa del governo Pd-M5s, quanto pesano le nuove tasse

Non sono ancora entrate in vigore le tasse su plastica e zucchero e già sono iniziati i primi problemi. Che rischiano di diventare serissimi per l'economia dell'Italia, considerando che tante aziende stanno pensando di bloccare gli investimenti o addirittura di lasciare il Paese. È il caso di Coca Cola, che è il principale produttore e distributore di bevande con tre stabilimenti sparsi sul nostro territorio.

Per approfondire leggi anche: Una pioggia di tasse in arrivo

La combo plastic-sugar tax peserà per 160 milioni su Coca Cola HBC Italia, aggravando una situazione di per sé già difficile per il mercato: negli ultimi 10 anni il consumo di bibite gassate è calato del 25% e l'introduzione delle due imposte comporterebbe un calo ulteriore del 10%. In attesa di capire cosa succederà, l'azienda ha preventivamente bloccato tutti i piani di assunzione e 49 milioni di investimenti previsti in Italia per il 2020. Secondo Il Sole 24 Ore, lo stabilimento di Marcianise (Campania) rischia la chiusura essendo più vulnerabile rispetto a quello di Nogara (Veneto) e a quello di Oricola (Abruzzo). Inoltre si temono ripercussioni anche sul marchio Fanta, che appena 7 mesi fa aveva lanciato sul mercato la bevanda fatta con le arance rosse di Sicilia: Coca Cola teme di dover ripiegare sull'acquisto di arance dall'estero per ammortizzare i costi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • OrticaSanatrice

    20 Dicembre 2019 - 18:22

    Complimenti a Conte e Di Maio siete la rovina di questo Paese e penso che dopo di voi potrebbe anche succedere una rivolta popolare contro questa gestione del Paese con l'eleminazione di tutta la classe politica di falliti.

    Report

    Rispondi

  • aldoinvolo

    20 Dicembre 2019 - 18:10

    Tre cialtroni affamati di poltrona e gloria, capacità zero. Prima o poi si andrà al voto, Vero, che teoricamente si dovrebbe attendere le scadenze, oramai puzza andrebbe deciso una svolta, ma manca la volontà, seguita dal terrore.

    Report

    Rispondi

Coronavirus, il video di Amadeus per la Rai: "Aiutiamoci l'un con l'altro"

Stefano Nicolao e l’arte dei costumi: l'intervista di Viviana Battaglione
Ballo di Carnevale tra le epoche al Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari
Coronavirus, il governatore delle Marche sfida Conte: "Chiudo le scuole", si va in Tribunale

media