Cerca

Niente lavoro notturno

per chi assiste disabili

11 Marzo 2009

0
Niente lavoro notturno
La Direzione Generale per l'Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, ha risposto positivamente (interpello n. 4 del 6 febbraio 2009) alla Confindustria, che ha chiesto se fosse legittima l’astensione dal lavoro notturno per “la lavoratrice o il lavoratore che abbia a proprio carico un soggetto disabile ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104”, come indicato dall’art. 11, comma 2 lett. c), del D.Lgs. n. 66/2003. In particolare la Confindustria ha domandato un chiarimento sull’esatto significato da attribuire all’espressione “a proprio carico”. Il Ministero ha sottolineato che l’astensione dal lavoro notturno dipende dall’effettiva assistenza da parte della lavoratrice e del lavoratore al soggetto disabile. La cura del soggetto disabile agevolata dalla legge n. 104/1992 è la stessa favorita dal D.Lgs. n. 66/2003 e pertanto i benefici previsti sono i medesimi, compresa l’astensione dal lavoro notturno.

A cura di Studio Legale Fava & Associati – www.favalex.it

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Gregoretti, Giancarlo Giorgetti: "La maggioranza vuole il processo politico, la gente sta con Matteo Salvini"

Giorgetti contro il Pd: "Ci deridono per i comizi? Loro organizzano  solo giovanotti che cercano di impedirli"
Luigi Di Maio corregge il tiro dopo la gaffe: "Italia informata dagli Usa subito dopo il blitz a Soleimani"
Paolo Becchi sulla legge elettorale: "La Consulta può ammazzare il maggioritario e favorire l'ingovernabilità"

media