Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Merkel, sveglia: senza l'eurola Germania morirà

Angela Merkel

Andrea Tempestini
  • a
  • a
  • a

  "Angela Merkel ieri è costata qualche miliardo ai mercati finanziari europei, terremotati dall'ennesima chiusura del cancelliere tedesco agli eurobond e a qualsiasi soluzione di condivisione del debito Ue", spiega Fosca Bincher su Libero in edicola oggi. "La chiusura non era nuova, ma dopo la rivelazione del settimanale  Der Spiegel di un documento segreto sui danni che la Germania subirebbe dalla rottura dell'area euro, gli investitori si attendevano un cambio di rotta. Il documento del ministero delle Finanze ipotizzava una caduta del Pil tedesco di 9,2 punti percentuali e un aumento di circa 5 milioni di disoccupati in caso di ritorno alla valuta nazionale del marco. Scenari simili a quelli che da mesi circolano nelle principali banche d'affari internazionali. Per quasi tutte da un'uscita dall'euro la Germania avrebbe solo da perderci, e per alcuni indicatori economici lo choc della rottura dell'Unione monetaria  sarebbe più forte a Berlino che nei cosiddetti Paesi periferici (Spagna, Portogallo, Grecia e Italia)", spiega Fosca Bincher. L'ottusa Angela non comprende che, senza l'euro, la Germania si ferma. E' poi spuntato uno studio dell'olandese Ing che dovrebbe terrorizzare i tedeschi: il rapporto debito/Pil andrebbe meglio a Roma che a Berlino... Leggi l'approfondimento di Fosca Bincher su Libero in edicola oggi, martedì 26 giugno  

Dai blog