Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Kim Jong-un, parla il disertore Ji Seong-ho: "Sono certo al 99 per cento che sia morto". Il ritorno in pubblico è falso?

  • a
  • a
  • a

E se la riapparizione documentata dalle foto di Kim Jong-un non fosse vera? Ad alimentare i dubbi sulla veridicità dell'inaugurazione della fabbrica nordcoreana avvenuta il Primo Maggio, e alla quale ha partecipato anche il dittatore dopo tre settimane di "sparizione", è un attivista. Il disertore Ji Seong-ho, che attualmente vive in Corea del Sud, è stato l'ultimo a rivelare che Kim fosse morto dopo un intervento al cuore. "Sono stato informato che Kim è morto lo scorso fine settimana", aveva detto riaprendo un enorme dibattito. "Non ne sono certo al 100 per cento - ha messo poi le mani avanti -, ma posso dire che la possibilità è del 99 per cento. E ora la Corea del Nord è alle prese con un complicato problema di successione". Parole, queste, smentite dai racconti ufficiali: Kim infatti avrebbe - secondo le fonti della Nord Corea - tagliato il nastro dello stabilimento di fertilizzanti di Sunchon, cantiere avviato nel 2016. Tutto nella norma, dunque.

 

Dai blog