Cerca

Immigrati, la Libia delude Fini

"Risposta inadeguata e miope"

21 Luglio 2009

11
Immigrati, la Libia delude Fini
Il presidente della Camera Gianfranco Fini si dice molto deluso dalla risposta ricevuta dalla Libia in materia di immigrazione. «Inadeguata, deludente e politicamente miope: definirla così è un dato di fatto", sottolinea Fini, bollando in questo modo la risposta pervenutagli dal suo omologo libico rispetto alla richiesta di costituire una commissione mista di parlamentari italiani e libici per visitare i centri in cui vengono raccolti in Libia gli immigrati in transito verso l'Europa. La terza carica dello Stato italiano  aveva avanzato la sua proposta al presidente del Parlamento libico dopo la visita a Roma del colonnello Muammar Gheddafi: "Avevo prospettato la costituzione concreta di una delegazione mista di parlamentari - spiega  - che potessero recarsi nei centri di raccolta in Libia degli immigrati per verificare in quei luoghi il rispetto dei diritti umani e delle garanzie per chi richiede asilo". Da Tripoli giunge il sì alla delegazione mista, "ma non per i motivi citati" dalla richiesta di Fini. Motivi non condivisi perchè, si spiega da Tripoli, "nei centri non ci sono rifugiati politici. Quanto ai diritti umani - prosegue la missiva libica - il nostro Paese ha emesso la grande Carta verde dei diritti umani a loro tutela». Dopo aver dato il suo giudizio sulla lettera, Fini ha detto: «Nei rapporti tra paesi è doveroso porre in cima il rispetto dei diritti umani e delle convenzioni internazionali".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    23 Luglio 2009 - 12:12

    dovrebbe conoscere meglio i ruoli istituzionali. Fini non è un ministro dello stato italiano, ma un onorevole, momentaneamente ricoprente la carica di presidente della camera e come tale, il suo disquisire per cose che non lo riguardano se non istituzionalmente, leggasi politica estera, non gli competono. Avrà anche le capacità, ma come tempistiche è fuori tempo massimo, a meno che non si dimetta da presidente della camera e decida da semplice (scusi l'ardire, onorevole di potere parlare. Ma un posto cosi non lo prenderà più, quindi sicuramente starà incollato sino a fine legislatura sullo scranno acquisito....e continuerà a romperci i timpani su argomenti che deduce, da ex missino, di poetere conoscere. san Gianfranco caduto da cavallo sulla via di Damasco...... saluti alla famiglia

    Report

    Rispondi

  • isaccoceri

    23 Luglio 2009 - 11:11

    Sig presidente Gianfranco Fini lei è un ministro di uno stato democratico che deve relazionarsi al megio con stati dittatoriali è difficile ma lei ha la capacità le auguro un buon lavoro.

    Report

    Rispondi

  • matrigna

    22 Luglio 2009 - 16:04

    dalla prosopopea di Fini,che si crede il giustiziere e il giudice,ma vada a vedere sotto il suo primo letto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media