Cerca

Blitz di Bossi in Vaticano

Con lui anche Calderoli

3 Settembre 2009

12
Blitz di Bossi in Vaticano
Lo aveva annunciato, forse non tutti ci avevano creduto. Ma Umberto Bossi ha mantenuto la parola e si è incontrato con il cardinale Angelo Bagnasco. Al faccia a faccia durato circa un’ora ha partecipato anche il ministro per la Semplificazione – e braccio destro del Senatùr – Roberto Calderoli.
Dell’incontro si chiacchierava da tempo, da quando, nonostante le dure polemiche sull'immigrazione, il Carroccio si era offerto di ricucire i rapporti tra il Vaticano e Silvio Berlusconi. Non a caso, pochi giorni fa, Calderoli confidava al Giornale: "Con il Vaticano non vedo nessuna crisi di rapporti. Governo e Chiesa sono due sfere diverse. Che poi si possano seguire percorsi condivisi è positivo, e si continuerà a farlo".
Poi è stato il turno di Bossi, autodefinitosi “vero difensore delle radici cristiane”.
Solo pochi giorni fa, dalla Padania, il quotidiano della Lega Nord, era partita l’ipotesi di una revisione del Concordato e dei Patti lateranensi, prontamente smentita dalle alte sfere del partito. E non si possono dimenticare i battibecchi sul tema immigrazione.
"Andrò in Vaticano”, aveva comunque annunciato Bossi -, serve un chiarimento e se vuole porto anche Berlusconi". Il presidente del Consiglio non era presente all’incontro. Ma l’incontro c’è stato comunque.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorenzun

    07 Settembre 2009 - 13:01

    A me sembra che IOTIS abbia portato argomenti per confutare le matrici cristiane rivendicate, addirittura in esclusiva, dai novelli chierichetti di Bagnasco: che Bossi sia un pallonaro non esistono dubbi, le ha sparate così grosse da spaventare persino i leghisti più ragionevoli (fucili made in padania, Inno Mameli sconosciuto in Italia, ecc.) e quella di Calderoli, poi, mi fa sbellicare ancora: rito celtico per sposarsi? Che roba è, loro che dicono di non conoscere l'Inno Italiano?

    Report

    Rispondi

  • lozzaVAitalia

    07 Settembre 2009 - 12:12

    Dimenticavo nel post precedente: E Bossi con Calderoli ha chiesto udienzaq ad un extracomunitario, a meno che Bagnasco non abbia la doppia cittadinanza.

    Report

    Rispondi

  • lozzaVAitalia

    07 Settembre 2009 - 12:12

    Perfino l'On.Larussa ha ribadito che "La stato laico Italiano ha matrici cristiane", ma non insegnano che Gesù Cristo è nato in Galilea e che venisse indicato come Il Nazareno? Cosa c'entra con l'Italia, semmai le matrici sono all'estero, oggi Gesù come qualsiasi moderno cittadino dello Stato Città del Vaticano sarebbe considerato un extracomunitario per il nostro Paese, con Leggi alla mano ed aggiornate al centrodestra.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media