Cerca

Il comitato delle prostitute

"Privacy per le escort"

11 Settembre 2009

5
Il comitato delle prostitute
 Libertà di prostituzione e diritto alla privacy per le escort che avrebbero partecipato alle serate nelle residenze del premier Silvio Berlusconi. Li invoca il Comitato per i diritti civili delle prostitute, lo storico "sindacato" delle lucciole con base a Pordenone. "Le signorine invitate a quelle feste sono molte, certamente non tutte sono delle escort, certamente ognuna di loro è donna libera di scegliere cosa fare con il proprio corpo, se offrirsi a pagamento o gratis, comunque hanno diritto alla tutela della privacy", si legge in un comunicato del Comitato. "Mettere alla berlina la vita privata di private cittadine (le escort) non è giusto, esse non si possono trattare al pari di un politico, che poiché è stato eletto e ha un incarico pubblico deve rispondere delle proprie azioni e della propria onestà e moralità pubblicamente". Il Comitato delle prostitute chiede quindi ai media di non pubblicare più "i nomi delle accompagnatrici". "Se fanno o no le escort è affar loro visto che in questo paese non c'è l'obbligo di essere iscritte ad un albo professionale, lasciamo che siano loro eventualmente ad esporsi spontaneamente se avranno voglia di farlo, così come ha fatto coraggiosamente Patrizia D'Addario".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Shift

    12 Settembre 2009 - 13:01

    Ci mancavano solo le prostitute in politica! Vero è che in Parlamento ci sono stati pornostar, travestiti,finocchi (pardon! Gay), assassini e terroristi, tanto per dimostrare a quale livello morale la politica nostrana è giunta. Divertente il diritto alla privacy delle prostitute! Fa un pò a pugni con il mettersi in mezzo alle strade in vestiti succinti e la pubblicità sui giornali e su internet. Chissà se l'Autority alla privacy riesce a conciliare le cose, in tal caso merita il Nobel!

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    11 Settembre 2009 - 14:02

    Penso che sia l' ultima cosa che quelle rgazze desiderino ! Altrimenti come fanno farsi conoscere ?

    Report

    Rispondi

  • piero1939

    11 Settembre 2009 - 14:02

    vorrei sapere la scorta e' libera o armata. se e' armata non ci vuole un permesso speciale? chi lo rilascia? ancora una domanda ;a prosttuzione e' un reato???? non mi ricordo piu' quando frequentavo i bordelli prima della merlin incontavo molti preti. ah si i confessori dea mona. che pirla non ho capito una sega.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media