Cerca

Maroni boccia l'Islam in classe

"Non si fa integrazione così"

19 Ottobre 2009

23
Maroni boccia l'Islam in classe
Non si fa integrazione introducendo l’ora di religione islamica a scuola. E questa è una certezza. Lo afferma il ministro dell’Interno Roberto Maroni, intervenendo alla trasmissione ‘La telefonata’ in onda su Canale 5. Parlando con il direttore di Libero Maurizio Belpietro, il titolare del Viminale ha sottolineato sì la necessità di “migliorare l’integrazione”, ma ha anche spiegato che l’introduzione a scuola di un’ora di insegnamento della religione islamica è “certamente è il modo più sbagliato per farlo”.

Lega contraria “La Lega è nettamente contraria - ha spiegato Maroni - anche perché religione cattolica (adesso non voglio ripetere, usare le argomentazioni del cardinal Bagnasco che tra l`altro condivido sul fatto che l`ora di religione) ha un suo motivo, una sua storia, ma anche una sua motivazione anche storica, dal punto di vista concreto, pratico. L`ora di religione cattolica rappresenta una entità, la Chiesa, che ha una gerarchia, dei valori ben chiari, ben definiti che quindi si possono trasmettere, l`Islam è un mondo tutto diverso. L`imam - ha continuato il ministro - interpreta il Corano liberamente, non c`è una serie di dogmi, non c`è un messaggio chiaro da trasmettere, se come penso fosse nelle intenzioni di Urso questa misura serviva per migliorare l`integrazione, siamo tutti d`accordo nel migliorare l`integrazione, ma questo certamente è il modo più sbagliato per farlo”.

Lega-Veneta – Spazio anche, all’interno della ‘Telefonata’, per le questioni politiche. E più in particolare per le prossime elezioni in Veneto: “Rivendicare la presidenza della Regione Veneto da parte della Lega è assolutamente legittima”, ha detto Maroni, in quanto “la Lega ha nel Veneto quattro presidenti di Provincia su sette e un centinaio di sindaci, tra cui quello di Verona. Non mi pare sia uno scandalo per un partito come la Lega chiedere la presidenza di una Regione , dopo aver dimostrato che siamo capaci di governare, che i nostri sindaci, i nostri presidenti di provincia sono molto bravi, sono giovani e preparati. Aspettiamo con tranquillità - ha aggiunto - la decisione che prenderanno Bossi, Fini e Berlusconi”. Quanto al candidato “nel Veneto - ha evidenziato - abbiamo tantissimi giovani, Zaia a Tosi hanno 40 anni, che sono in grado di svolgere questa funzione e di governare il Veneto. Abbiamo solo l'imbarazzo della scelta”.

Allarme terrorismo – E a proposito dell’attentato alla caserma Santa Barbara di Milano avvenuto lunedì scorso, Maroni ha garantito che “stiamo seguendo con grande attenzione questo episodio ed altri episodi avvenuti nel passato recente. Secondo Maroni “non c'è un bel clima, sono segnali preoccupanti ma - ha aggiunto - faremo di tutto per impedire che torni una stagione che tutti vogliamo appartenga al passato”. Per quanto concerne l’attentatore, Mohammed Game, Maroni non ha dubbi: “Non è un lupo solitario”. Sull'attentato, ha spiegato poi Maroni, “ci sono sviluppi interessanti che stanno dimostrando che c'era una vera e propria cellula attorno a questo terrorista che non era un lupo solitario come sbrigativamente si è detto all'inizio. La cosa più preoccupante - ha evidenziato - è che questa persona era in Italia da dieci anni e per quasi tutto questo periodo è stato bene integrato, parla bene l'Italiano. Se ci fosse oggi vigente la normativa che prevede la riduzione a 5 anni del termine per avere la cittadinanza sarebbe anche cittadino italiano e ciò richiama alla mente gli attentati in Inghilterra del 2005 compiuti da attentatori 'home ground'. Per questo - ha concluso Maroni - è necessario intensificare i controlli e far si che chi viene in Italia abbia un'integrazione vera”

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Indietrotutta

    23 Ottobre 2009 - 15:03

    cosa tagliamo a chi vilipendia la bandiera o dell'inno nazionale? A chi corrompe giudici e testimoni? A chi organizza family day e si dichiara paladino della sacralità della famiglia tradizionale e di famiglie ne ha più di una oppure i frequenta escort? La Sua idea è buona, ma se applicata rischieremo di avere un parlamento di mutilati. Con simpatia

    Report

    Rispondi

  • igna08

    22 Ottobre 2009 - 14:02

    Ho sempre votato per fini, ma da quando ha cominciato a fare il -furbetto- non lo voto più. Per quanto riguarda l'ora di religione per i musulmani, sarei d'accordo solo se nei loro Paesi facessero altrettanto con la nostra religione cattolica .

    Report

    Rispondi

  • gbbonzanini

    21 Ottobre 2009 - 10:10

    Sono d'accordo sull'ora di religione per i musulmani, MA A UNA CONDIZIONE: che per i musulmani si adotti lo loro legge del taglione, solo per loro ovviamente, legge peraltro normalmente adottata nei loro paese di origine. Taglio di una mano per ladei e rapinatori, taglia di una gamba per spacciatori, incaso di recidività, estrazione degli occhi. Agli stupratori e violenti, taglio del Walter e estrazione degli occhi, ai recidivi, lapidazione.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media