Cerca

L'Iran si rimangia la parola

"Niente uranio all'estero"

7 Novembre 2009

13
L'Iran si rimangia la parola

Che fosse solo questione di tempo lo sapevamo tutti. Ed ecco che la fregatura e la nuova sfida dell’Iran sono arrivate a stretto giro di boa: il presidente iraniano Ahmadinejad si rimangia un’altra volta la parola e rifiuta di inviare il proprio uranio arricchito all'estero in cambio della fornitura di combustibile per un reattore di ricerca nucleare. Lo ha detto oggi il presidente della commissione esteri del Parlamento, Alaeddin Borujerdi, citato dall'agenzia Isna.

«Non prevediamo di inviare una parte dei 1.200 chili (di uranio debolmente arricchito, ndr) alla controparte per ricevere del combustibile. Questo è ormai escluso, sia in maniera graduale sia in una volta sola», ha detto Borujerdi. «Attualmente i nostri esperti stanno valutando i modi per ottenere il combustibile per risolvere il problema. Ali Asqar Soltanieh (il rappresentante dell'Iran presso l'Aiea) sta negoziando per trovare una soluzione», ha aggiunto. Il 21 ottobre, nell'ambito di una riunione a Vienna fra Iran, Francia, Russia e Stati Uniti, l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) aveva sottoposto una bozza d'accordo che avrebbe garantito a Teheran la fornitura di combustibile nucleare per il suo reattore di ricerca. In base all'accordo, sottoscritto da Mosca, Parigi e Washington, l'Iran avrebbe dovuto esportare quasi tutto il suo uranio debolmente arricchito per farlo trattare ulteriormente in Russia. La Francia avrebbe dovuto in seguito garantire la trasformazione in combustibile nucleare per il reattore iraniano. Ieri, tuttavia, il presidente Mahmud Ahmadinejad ha detto che l'Iran è orientato ad acquistare il combustibile e che è pronto a proseguire i negoziati a questo proposito.

Dopo l'uscita dell'Iran, il presidente russo, Dmitri Medvedev, non ha escluso nuove sanzioni contro l'Iran nel caso Teheran dovesse assumere una «posizione non costruttiva» sul dossier relativo al suo programma nucleare. «Se la dirigenza iraniana assumerà una posizione meno costruttiva, in teoria tutto è possibile», ha detto Medvedev in una intervista all'ultimo numero del settimanale tedesco Der Spiegel in edicola lunedì, ripresa dalle agenzie russe. «Di questo - ha aggiunto - abbiamo parlato con il presidente americano Barack Obama nel corso dell'incontro di New York. Io non vorrei che tutto ciò si concludesse con l'adozione di sanzioni internazionali, poichè le sanzioni, come è noto, sono una strada in una direzione molto complessa e pericolosa. Ma se non ci saranno passi avanti, nessuno può escludere un tale scenario».

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • petrolio

    petrolio

    14 Novembre 2009 - 15:03

    Caro Mrjeckyll, sono anni che mi batto contro questi quattro catto-comunisti-arcobaleno italiani che fanno della multiculturalità e della falsa comunione di tutte le razze, un solo credo. L'ultima speranza di una sonora bocciatura all'unione europea era nelle mani di un isolato paese dell'ex Unione Sovietica, ma purtroppo ciò non è avvenuto. I paurosi ed ignoranti italiani vedranno fra breve i risultati di questa insana politica europea. Già hanno estromesso il crocefisso dalle scuole, e questo perchè non è stata riconosciuta la nostra origine cristiana nella carta europea. Fra poco introdurranno l'insegnamento dell'Islam con la scusa di poterlo comprendere meglio, in quanto religione di pace e fratellanza.... Fra non molto faremo la stessa fine della perfida Albione, dove un mussulmano, per molissimi reati, potrà decidere se farsi giudicare da un tribunale inglese o da un Corte islamica. Ecc...

    Report

    Rispondi

  • petrolio

    petrolio

    14 Novembre 2009 - 15:03

    Nessuna paura dell'Assassino iraniano! La sua baldanza da classico e arruffato commerciante mussulmano di patacche, la conosciamo ormai da anni. Nessuna retromarcia in fatto di sicurezza da parte di quelli che conoscono a fondo le false parole, le false promesse, i falsi ed arroganti discorsi contro l'occidente, le false aperture ad Obama, ecc.... Di una cosa dovete stare sicuri: il dito dell'Assassino verrà incenerito nel momento stesso in cui verrà alzato per premere quel pulsante che dovrebbe distruggere Israele. Da chi? Ma dai suoi più cari ed "infedeli" amici israeliani, naturalmente!

    Report

    Rispondi

  • brasskit

    11 Novembre 2009 - 18:06

    Cosa ci si può attendere dallo stato teocratico dell'Iran (purtroppo non il solo) governato da gente che viene indottrinata da precetti come i seguenti, tutti riscontrabili da chiunque voglia leggere il Corano, pregnanti di odio e di livore anti-occidentale? Solo una piccola nota introduttiva: le Sure sono grosso modo i capitoli in cui il testo sacro agli islamici è diviso; gli infedeli sono tutti i non mussulmani, particolarmente i cristiani, che vengono massacrati in molti paesi islamici nell'indifferenza totale dei nostri governi occidentali, e gli ebrei, che devono essere cancellati dalla terra santa. La ricompensa di coloro che fanno la guerra ad Allah e al Suo Messaggero e che seminano la corruzione sulla terra è che siano uccisi o crocefissi, che siano loro tagliate la mano e la gamba da lati opposti o che siano esiliati sulla terra:ecco l'ignominia che li toccherà in questa vita; nell'altra vita avranno castigo immenso Sura 5-33 Nota: il messaggero è Maometto. Uccidete gli infedeli ovunque li incontriate: Questa è la ricompensa dei miscredenti Sura 2,191 Nota: gli infedeli siamo noi occidentali. Vi è stato odinato di combatte, anche se non lo gradite. E' possibile che abbiate avversione per qualcosa che invece è un bene per voi e può darsi che amiate una cosa che invece vi è nociva. Allah sa e voi non sapete. Sura 2,216. Instillerò il mio terrore nel cuore degli infedeli, colpiteli sul collo e recidete loro la punta delle dita ... I miscredenti avranno il castigo del fuoco . Non siete certo voi che li avete uccisi è Allah che li ha uccisi Sura 8,12 ...17 .Profeta incita i credenti alla lotta. venti di voi pazienti, ne domineranno duecento e cento di voi avranno il sopravvento su mille miscredenti. Sura 8,65 Quando poi saranno trascorsi i mesi sacri ucciderete gli idolatri dovunque li troviate, prendeteli, circondateli,catturateli ovunque con imboscate! Se poi si convertono e compiono la preghiera e pagano la decima, lasciateli andare. Sura 9,5 Nota: gli idolatri sono gli infedeli, cioè sempre noi occidentali Oh voi che credete! Se non vi lancerete nella lotta, Allah vi castigherà con doloroso castigo e vi sostituirà con un altro popolo, mentre voi non potrete nuocerGli in nessun modo Sura 9,39. ( gli ipocriti e i miscredenti) maledetti! Ovunque li si troverà saranno prersi e messi a morte Sura 33,61. Quando incontrate gli infedeli, uccideteli con grande spargimento di sangue e stringete forte le catene dei prigionieri.Sura 47,4. Tagliate la mano al ladro e alla ladra, per punirli di quello che hanno fatto e come sanzione da parte di Allah. Allah è eccelso, saggio. Sura 5,38 Se siete stati pazienti di essere arrivati fin qui, sicuramente sarete inorriditi; tralascio i versetti in cui si parla bene della poligamia, del disprezzo verso le razze inferiori (i non islamici), dell'inferiorità delle donne, della giustizia della Sharia e delle pene corporali. Chi volesse poi fare un paragone tra la figura di Cristo e di Maometto può avvalersi di un ottimo libro scritto da Marka Gabriel, dottore in studi islamici all'Università di Al-Azhar (Cairo), nota per essere l'università islamica più prestigiosa al mondo: il titolo è Gesù e Maometto, editrice La casa della Bibbia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media