Cerca

Caso Berlusconi, dura condanna del Csm

Anedda: "Violenza fomentata dalle toghe"

14 Dicembre 2009

13
Caso Berlusconi, dura condanna del Csm
Anche il Csm si pronuncia su quanto accaduto ieri sera al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, raggiunto al volto da una statuetta che gli ha rotto il setto nasale, il labbro e due denti. Il primo a parlare è il vice presidente del Csm, Nicola Mancino. "La più ferma condanna per il grave episodio dei violenza di ieri a Milano", dice. Poi riprende le dichiarazioni di Napolitano: "Torna di grande attualità l’invito pressante del capo dello Stato ad abbassare i toni della polemica e a considerare di massima utilità per il Paese il civile confronto istituzionale sulle riforme".

A parlare, per il Cms, è il suo consigliere laico del Pdl, ovvero Gianfranco Anedda. Esprimendo la sua "esecrazione" per l'aggressione al presidente del Consiglio, ha parlato del " clima d'odio" presente in Italia, clima a cui " non sono estranei i magistrati". Di Spataro, infatti,  Anedda ricorda le "grida sull'arroganza della legislazione", mentre di Ingroia le parole pronunciate in un convegno "politico" quando ha parlato della Seconda repubblica come "figlia del patto tra Stato e mafia". Ma non tutti concordano con quanto affermato da Anedda, tanto che il togato di Unicost Fabio Roia e quello di Magistratura democratica Livio Pepino hanno definito le parole di Anedda "inaccettabili". Livio Pepino ha poi aggiunto di esprimere "amarezza per il gesto irresponsabile e condannabile sotto ogni profilo" di aggressione nei confronti del premier. Mentre Dino Petralia del Movimento per la giustizia ha messo in luce come il riferimento di Anedda ai due magistrati "dimostra accanimento".
Il laico di centrosinistra Mauro Volpi ha aggiunto che bisogna "distinguere con molta attenzione la critica aspra rivolta alla politica giudiziaria del governo e il ricorso alla violenza, che è sempre inaccettabile e non è figlia della critica, la quale è il sale della democrazia". Anche Cosimo Ferri, togato di Magistratura indipendente, si è detto "molto turbato" Perché Anedda fa nomi e cognomi, quando parla dei procuratori aggiunti di Milano Armando Spataro e di Palermo Antonio Ingroia. E dice di voler credere che le loro parole "non abbiano incoraggiato la violenza", ma osserva che proprio in quanto "eccessive" sono state " indirettamente causa di violenza".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cittadinoxy

    15 Dicembre 2009 - 14:02

    ..Dio che brutte persone!!!! Il primo malvagio, la seconda ...no comment!

    Report

    Rispondi

  • cittadinoxy

    15 Dicembre 2009 - 14:02

    ora fate il vostro dovere con l'attentatore, poche scuse, "pazzo" o non "pazzo"... fatti e poche chiacchiere...e poi questo farabutto, ha fatto del male anche a me colpendo il Premier.. e altri cittadini come me...quindi non ha colpito uno solo.....

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    15 Dicembre 2009 - 12:12

    Come sappiamo la Giustizia è diventata roba da chiodi, meglio dire Giustizialista e, l ultima sceneggiata è stato il suggerimento emessa da Csm sulla bozza della nuova Riforma della Giustizia subito avallata dall Anm: da tenere conto che fior d Emeriti Presidenti e giuristi, l hanno suggerita al Ministro Angelino Alfano e suo staff, e un voto pare non vincolante di un pessimo Deputato ex Dc Mancino che sferra un tiri mancino.Tenuto conto che lo stesso Lodo Alfano, prima era stato respinto e poi, riformulato come suggerito ed ancora bocciato! Ora ancor prima che dei passaggi della Camera e Senato e votata dal Parlamento emettono Giudizi tanto inutili sul nulla di fatto? Mi chiedo perché tanto spreco con gettoni di presenza, scorte, benzina ed inquinamento di tante auto blu per decidere cose che spettano ad altro Organo vale a dire alla Corte Costituzionale? Non vi pare che occorrerebbe un indagine ed addebitare il conto a tutti qui togati e laici del Csm o confiscarne lo stipendio? A me hanno confiscato la pensione per una sentenza giudiziale squinternata! Se tutto questo non vuol affermare che, anche il Csm e Anm non abbiano responsabilità del rovente clima sfociato in atto criminale o la pensate come Di Pietro e Rosy Bindi che si spacciano per Democratici? http://forum.panorama.it/f16/la-corte-dei-conti-puo-incriminare-il-csm-per-spreco-t17081/ http://www.facebook.com/ http://vincenzoaliasilcontadino.ilcannocchiale.it/ http://vincenzoaliasilcontadino.splinder.com/

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media