Cerca

Papa: vescovi non cedano

alla tentazione di far politica

21 Dicembre 2009

2
Papa: vescovi non cedano
Benedetto XVI, ancora una volta, ha parlato chiaro. Diretto e senza giri di parole, il papa ha ammonito i suoi vescovi. Vescovi che non devono cedere alla "tentazione di prendere personalmente in mano la politica e da pastori trasformarsi in guide politiche". Lo ha detto oggi Benedetto XVI, nel discorso alla Curia Romana. "La questione molto concreta davanti alla quale i pastori si trovano continuamente - ha detto il Papa -è, appunto, questa: come possiamo essere realisti e pratici, senza arrogarci una competenza politica che non ci spetta?". Si tratta, secondo il Pontefice, "del problema di una laicità positiva, praticata ed interpretata in modo giusto".

Riconciliazione- "Ogni società ha bisogno di riconciliazioni, perché possa esserci la pace, queste sono" necessarie per una buona politica", ma frutto di processi "pre-politici" che "devono scaturire da altre fonti».  "La pace - ha detto il Papa - può realizzarsi soltanto se si giunge ad una riconciliazione interiore", un sentimento che viene dalla " capacità di riconoscere la colpa e chiedere perdono", dalla «disponibilità ad andare oltre il necessario, a non fare conti, ma ad andare al di là di ciò che richiedono le semplici condizioni giuridiche». Il Papa ha perciò invitato a "riscoprire il sacramento della penitenza e della riconciliazione", scomparsi anche "dalle abitudini esistenziali dei cristiani", sintomo - ha detto - di «"na perdita di veracità nei confronti di noi stessi e di Dio", "una perdita che mette in pericolo la nostra umanità e diminuisce la nostra capacità di pace".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    23 Dicembre 2009 - 15:03

    Questo Papa è una mente vasta, enorme. Mi piace e lo gusto sempre di più. Umile come Giovanni Paolo I, intelligentissimo, capace e mai arrogante o . E deve combattere contro troppi vescovi che hanno tradito la vocazione e usano la Chiesa per i loro scopi, non ultimo quello dell'accumulo dei beni e di denaro

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    21 Dicembre 2009 - 15:03

    Quando a Gesù di Nazareth gli chiesero a chi avrebbe dovuto dare maggior rispetto tra Cesare e Dio, Gesù rispose: prendete una moneta e ditemi di chi è l'effige ? -di Cesare, risposero e Gesù di rimando disse: bisogna dare a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio. Pertanto, i Vescovi fanno bene a intervenire là dove molte volte i politici dimenticano il rispetto della vita degli esseri umani e della natura per fini non identificabili ma, lascino agli uomini trattare quelle cose che esulano dal divino ma che sono prettamente di interpretazione laico/giuridica. Così comportandosi mostreerebbero,senza ombra di dubbi,che esercitano solo il loro mandato acclesiale.

    Report

    Rispondi

media