Cerca

Il diario

Perché mi è piaciuto il discorso del Papa bloccato in ascensore

4 Settembre 2019

0
Maurizio Costanzo

Il discorso che ha fatto Papa Bergoglio domenica, affacciandosi a mezzogiorno per il tradizionale Angelus, mi è piaciuto. Come un condomino che si scusa per non essere stato puntuale al pranzo di onomastico di un vicino di casa, Bergoglio ha detto: “Scusate i 25 minuti di ritardo, ma si è rotto l’ascensore, poi meno male che sono arrivati i Vigili del Fuoco”. Non solo, ha anche proposto un ringraziamento pubblico ai Vigili del Fuoco. Questo suo racconto così quotidiano, non solo mi è piaciuto, ma mi ha fatto capire cosa vuol dire essere grandi comunicatori. Un Papa che tarda all’appuntamento dell’Angelus può dire una infinità di cose. Anche niente. Lui ha detto la verità.

di Maurizio Costanzo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Venezia, situazione critica: i negozianti tentano di ripulire le attività dopo il disastro

Venezia, immagini sconvolgenti e tanta paura. L'allarme del Centro maree del Comune: vicini ai 160 cm di acqua
Odio contro Israele, la sinistra ammette le sue colpe: vittoria di Fratelli d'Italia
Venezia, Giuseppe Conte in Piazza San Marco per il sopralluogo alla Basilica

media