Cerca

Il diario

Perché mi è piaciuto il discorso del Papa bloccato in ascensore

4 Settembre 2019

0
Maurizio Costanzo

Il discorso che ha fatto Papa Bergoglio domenica, affacciandosi a mezzogiorno per il tradizionale Angelus, mi è piaciuto. Come un condomino che si scusa per non essere stato puntuale al pranzo di onomastico di un vicino di casa, Bergoglio ha detto: “Scusate i 25 minuti di ritardo, ma si è rotto l’ascensore, poi meno male che sono arrivati i Vigili del Fuoco”. Non solo, ha anche proposto un ringraziamento pubblico ai Vigili del Fuoco. Questo suo racconto così quotidiano, non solo mi è piaciuto, ma mi ha fatto capire cosa vuol dire essere grandi comunicatori. Un Papa che tarda all’appuntamento dell’Angelus può dire una infinità di cose. Anche niente. Lui ha detto la verità.

di Maurizio Costanzo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Scontri tra black bloc, gilet gialli e polizia alla marcia per il clima a Parigi, fiamme sugli Champs-Elysées

Matteo Salvini, chiesta archiviazione per la Gregoretti: "Vediamo se il tribunale dei ministri ribalta tutto"
Clima, Greta Thunberg all'Onu: "Noi giovani uniti e inarrestabili" 
Giuseppe Conte

media