Cerca

Il diario

Gli incassi del film di Chiara Ferragni mi mettono qualche brivido

25 Settembre 2019

0
Maurizio Costanzo

Sarò antico, ma a me piacevano (e piacciono ancora) i film di Fellini, di Antonioni, di Risi, di Scola, di Rossellini, di Vittorio De Sica. Insomma, quel cinema che ha fatto grande la cinematografia italiana. Detto questo, non posso non sentire un brivido nel sapere che un film, se ho ben capito diretto da Chiara Ferragni e che comunque riguarderebbe la sua vita, in tre giorni, ha incassato un milione e seicentomila euro. Ho un po’ di impegni, temo che perderò questa opera della Ferragni, anche perché mi basta rivedere una cassetta di allora o, di tanto in tanto, qualche film che la televisione ripropone, come ha fatto di recente con “Il Marchese del Grillo” di Monicelli o anche “Don Camillo”, con Fernandel e Gino Cervi.

di Maurizio Costanzo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Lucia Borgonzoni vota nel suo seggio per le regionali in Emilia-Romagna

Contagio: scopritelo su "Camera con Vista" in onda su La7
Berlusconi sale sul palco a Ravenna, ovazione totale: "Silvio, Silvio". E lui: "Sono proprio io"
Bonaccini sul centrodestra: "Hanno cercato di gettare fango su di me, non sanno con chi hanno a che fare"

media