Cerca

Terrore al Pronto soccorso

Napoli Far West, regolamento di conti all'ospedale Pellegrini: uomo spara nel mucchio a un ricoverato

17 Maggio 2019

0
Napoli, dopo la piccola Noemi si torna a sparare sui civili, è terrore all'ospedale Pellegrini

Ennesimo caso di far west a Napoli. Alle 02:10 di stanotte all'ospedale Pellegrini arriva un ragazzo con ferite da arma da fuoco alle gambe, mentre gli prestano soccorso un uomo, probabilmente lo stesso autore del precedente ferimento del 22enne, ha scavalcato la sbarra, con il viso coperto da casco integrale ed arma in pugno ha cominciato a sparare ad altezza d’uomo. Dopo il ferimento della piccola Noemi un'altra azione ha provocato sconcerto nel capoluogo campano: “L’azione poteva sicuramente provocare vittime. Non posso pensare di fornire ad infermieri e dottori un camice antiproiettile”, ha dichiarato il commissario straordinario dell’Asl, Ciro Verdoliva. Il racconto di chi stanotte presidiava il pronto soccorso del Vecchio Pellegrini è da film. 

Nelle immagini delle telecamere di sorveglianza visionate dai vertici dell’Asl di Napoli 1 e poi consegnate ai Carabinieri, si vede l’esecutore dell’agguato mentre corre verso il cortile dell’ospedale comincia a sparare noncurante del fatto che su quella stessa scala stavano salendo altre persone oltre al suo obbiettivo in fuga: “Chi ha sparato al pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini ha esploso colpi di pistola nel mucchio e ad altezza d’uomo. Stanotte si è passato ogni limite”, ha continuato Verdoliva. “C’erano quattro persone che erano su quella scala dove si è rifugiato l’uomo che fuggiva ma questo non ha fermato l’uomo armato, che ha sparato comunque”. Al momento le condizioni del 22enne ferito da un colpo di pistola che gli ha trapassato entrambe le gambe vengono definite stabili, quanto all'uomo che ha sparato è aperta la caccia all'uomo.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Pietro Grasso a sostegno del governicchio: "M5s-Pd trovino coraggio per fare un governo di legislatura"

Buffagni (M5s): "Non mi fido di nessuno specialmente di Renzi, ma contano gli interessi degli italiani"
Zingaretti cambia idea sulle elezioni: "A Mattarella riferiremo che siamo disposti a un governo di svolta"
Rosi Bindi, messaggio ai Cinque Stelle: "Va verificata la possibilità di maggioranza solida, altrimenti voto"

media