Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Giovanni Donzelli: "Dobbiamo preoccuparci, 2.500 cinesi in arrivo dalla regione più infetta"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

È allerta per il coronavirus. Sono infatti in arrivo in Toscana 2500 cinesi che hanno festeggiato in patria il loro Capodanno. La maggior parte - come riferito dal deputato toscano Giovanni Donzelli ad Agorà - proviene dalla provincia Zhejiang, quarta regione cinese per numero di casi accertati dell'epidemia. "Siamo preoccupati per i cinesi a Prato - ribadisce il meloniano a Rai3 - tornano da area infetta. Farli venire tutti insieme è preoccupante". Leggi anche: Coronavirus, oltre 1750 morti in Cina. Esperti dell'Oms a Pechino Lo stesso presidente della Regione, Enrico Rossi, ha presentato un ambulatorio a Firenze interamente dedicato a chi sta rientrando dalla Cina. "Seppure - mette le mani avanti Rossi - al momento non c'è nessun allarme, nessun caso di nuovo coronavirus, bisogna alzare il livello di attenzione e di prevenzione". Intanto, per far fronte all'epidemia dilagante, l'Organizzazione mondiale della sanità ha avviato una task force in Cina per gestire, analizzare e valutare l'emergenza coronavirus. Una decisione che fa pensare a una situazione più grave di quanto si pensi.  2500 cinesi arrivano dal capodanno cinese "Siamo preoccupati per cinesi a Prato, tornano da area infetta. Farli venire tutti insieme è preoccupante" @Donzelli FdI #agorarai pic.twitter.com/BInLL3VeKy— Agorà (@agorarai) February 17, 2020

Dai blog