Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, seconda vittima italiana: una donna, sarebbe legata al focolaio di Codogno

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Seconda vittima italiana del coronavirus: è una donna residente in Lombardia e sarebbe legata al focolaio di Codogno. Viveva a Casalpusterlengo, in casa da sola, e aveva 78 anni. Era stata ricoverata per una grave forma di polmonite, e anche se i risultati del test al Covid-19 non sono ancora ufficiali è stata classificata come vittima della polmonite virale di Wuhan. Impossibile però risalire ancora alle frequentazioni anche casuali dell'anziana con il "paziente zero" 38enne attualmente in terapia intensiva e in gravi condizioni. Leggi anche: Nuovo contagio in Lombardia, a Sesto ed Uniti. Secondo focolaio? La prima vittima, il 77enne Adriano Trevisan pensionato di Vo' Euganeo (Padova), si trovava in condizioni preesistenti già debilitate su cui si è innescata la polmonite virale Covid-19, con effetti letali.

Dai blog