Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il sondaggio Noto che sconforta Burioni e gli esperti: "I giovani snobbano l'emergenza". Dati terrificanti

  • a
  • a
  • a

Alle nuove generazioni l'emergenza coronavirus interessa poco o nulla. È l'amara constatazione che scaturisce dai dati dell'ultimo sondaggio condotto da Antonio Noto su un campione di studenti delle scuole medie superiori. Ovviamente i giovani sono quasi tutti favorevoli alla chiusura delle scuole (85%), ma solo il 35% dichiara il mettere in atto i comportamenti consigliati dal governo e appena il 27% teme di essere contagiato. Un sondaggio che è uno schiaffo a Roberto Burioni e a tutti quegli esperti che cercano da settimane di far comprendere all'Italia quanto seria sia la battaglia in atto con il coronavirus e quanto sia necessario adottare i giusti comportamenti per frenare la trasmissione il prima possibile.

Eppure dal sondaggio Noto si evince che le nuove generazioni hanno avvertito il pericolo (il 57% si dichiara preoccupato), ma allo stesso tempo non fanno nulla per evitarlo: il 75% saluta con strette di mano, baci e abbracci e il 65% non evita di frequentare luoghi affollati. Antonio Noto sostiene che il dato su cui riflettere "è che rispetto ai temi del coronavirus il 67% dei giovani dichiara di informarsi attraverso il web e solo il 27% dice che segue la tv e i programmi che nello specifico affrontano questo argomento. Probabilmente un altro errore di comunicazione istituzionale può aver inciso nell'aver fatto percepire con superficialità il rischio di contagio tra i giovani". Eppure proprio sulla rete si sprecano gli appelli degli esperti e, nelle ultime ore, anche dei personaggi pubblici più in vista, da Chiara Ferragni a Fiorello, passando per Antonella Clerici. L'obiettivo comune è di rendere tutti consapevoli dell'importanza dei comportamenti corretti da adottare per contenere il più possibile la diffusione del virus. 

Dai blog