Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, non si ferma l'attività degli spacciatori: "Come si travestono ora per vendere la droga”

  • a
  • a
  • a

Ai tempi del coronavirus anche gli spacciatori devono adeguarsi: poche persone per strada e molti i controlli. Non solo, perché quello che fa sorgere qualche dubbio è la troppa presenza dei riders, i fattorini che portano cibo a domicilio. Secondo Il Giornale, infatti, durante i controlli di giovedì sera per il coronavirus, la squadra investigativa del commissariato di Lambrate, a est di Milano, ha fermato alcuni riders impegnati con altri giovani a bere alcolici in piazza Durante e in piazza Bottini. I poliziotti li hanno allontanati e fatti ritornare a casa per poi, poco dopo, arrestare un gambiano con addosso della marijuana. Esattamente a due passi dal primo episodio. Un caso?

Una cosa è certa: "Quel che è totalmente fermo o quasi al momento è il grande traffico delle organizzazioni criminali" spiegano gli esperti dell'Antidroga. I trasporti sono controllati e gli ingressi e le uscite, durante l'emergenza Covid-19, non sono così semplici.

Dai blog