Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viviana Parisi, la criminologa Bruzzone: "Gioele è morto per strangolamento o precipitando con la madre"

  • a
  • a
  • a

Gioele è morto per strangolamento oppure dopo essere precipitato insieme alla madre”. È quanto sostiene la criminologa Roberta Bruzzone, secondo cui il caso di Viviana Parisi rientra nella categoria “omicidio-suicidio”. Dopo sedici giorni finalmente è stato ritrovato il corpo del bambino di 4 anni: sulla sua morte gli scenari sono sostanzialmente due. “È possibile che la madre abbia soffocato o strangolato il figlio prima di salire sul pilone e gettarsi - ha dichiarato l’esperta all’Agi - oppure non stupirebbe che lo abbia portato con sé nell’arrampicata per poi lasciarsi andare nel vuoto”.

 

 

In ogni caso sono scenari terrificanti: a fare chiarezza sarà l’analisi delle ossa del bambino, trovate non lontano dal traliccio. “Se saranno evidenti fratture al costato o al femore, si potrà parlare di morte per precipitazione”, ha spiegato la criminologa, secondo cui poi il caldo e gli animali avrebbero fatto il resto: “Si tratta di un’area dove è presente molta fauna selvatica e soprattutto animali da tana, che tendono a spostare le prede e portarle verso il proprio rifugio”. Questo spiegherebbe perché le ossa di Gioele sono state ritrovate in un’area lontana qualche centinaio di metri dal punto di ritrovamento di Viviana. 

Dai blog